Tria: “Nessuna manovra correttiva” 

Scritto da il 2 luglio 2018

Tria: Nessuna manovra correttiva

Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria (FOTOGRAMMA)

Pubblicato il: 03/07/2018 12:17

“Non è intenzione del governo adottare misure correttive in corso d’anno”. Così il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, esponendo davanti alle Commissioni bilancio di Camera e Senato a Montecitorio le linee programmatiche del Mef. “Il primo obiettivo qualificante è il perseguimento prioritario della crescita economica in un quadro di crescita e inclusione all’interno di una politica di bilancio, come più volte detto, per la riduzione del rapporto debito-pil” e l’attuazione “delle riforme” ha aggiunto.

“Valutiamo ancora possibile chiudere il 2018 con un indebitamento intorno al livello programmato e confermato nel Def” dell’1,6%. “Siamo fiduciosi” ha detto il ministro dell’Economia. “I dati a consuntivo 2018 mostreranno un percorso in linea con questo obiettivo”, ha proseguito, riferendo che dalla “prima interlocuzione con la Commissione europea mi sembra anch’essa orientata ad aspettare dati a consuntivo anche per l’incertezza sull’output gap”. Inoltre, “è nostra intenzione non adottare misure che possano peggiorare i saldi 2018”.

“Non peggioreremo il saldo strutturale – ha detto Tria – stiamo stimando a quanto sarà l’aggiustamento strutturale e questo non comporterà un peggioramento del saldo”. E “una progressiva riduzione della pressione fiscale” è “parte essenziale delle politiche pro-crescita e in linea con le raccomandazioni della Commissione europea e le indicazioni di organizzazioni com l’Ocse” ha sottolineato il ministro, che spera di “aprire un positivo dialogo con il Parlamento in vista della sessione di bilancio”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background