Come salvare i ragazzi nella grotta? 

Scritto da il 3 luglio 2018

Come salvare i ragazzi nella grotta?

(AFP PHOTO)

Pubblicato il: 04/07/2018 08:48

Si presentano uno ad uno e salutano: un nuovo video dalla grotta nel nord della Thailandia dove si trovano i 12 giovanissimi giocatori di calcio assieme al loro allenatore è stato postato su Facebook dai Navy Seal thailandesi. Nelle immagini i ragazzi – di età compresa tra gli 11 e i 16 anni – sono seduti uno accanto all’altro, avvolti nelle coperte termiche. Due giorni fa le squadre di soccorso sono riuscite a individuarli nella grotta di Tham Laun. Per 9 giorni hanno resistito senza cibo. Ora però il dilemma è capire come salvarli.

COME SALVARLI? – “L’opzione per tirarli fuori più velocemente è l’immersione, ma è anche la più pericolosa” ha detto alla Bbc Anmar Mirza, coordinatore della ‘US Cave Rescue Commission’. Nell’operazione sono impegnati sommozzatori della marina thailandese, sommozzatori britannici e personale militare americano: in totale, più di 1.000 persone sono state coinvolte, comprese squadre provenienti da Cina, Myanmar, Laos e Australia.

NUOTARE – Nonostante la presenza di molti professionisti ed esperti di immersioni, riporta la ‘Bbc’, per raggiungere il gruppo intrappolato servirebbero comunque molte ore, considerando che i soccorritori sarebbero costretti a nuotare attraverso minuscoli passaggi, seppure aiutati da pompe che di continuo cercano di ridurre la presenza dell’acqua e di liberare le cavità. Nuotare in queste grotte “è una condizione estrema – fanno sapere gli esperti -; è molto probabile che (i ragazzi, ndr) si lascino prendere dal panico e finiscano per mettere in pericolo loro stessi e i soccorritori”.

PERFORARE – Seconda opzione: le autorità sul posto hanno ipotizzato di praticare fori nelle pareti della grotta per drenare parte dell’acqua. Il problema, in questo caso, è lo spessore della roccia. Problema che persisterebbe anche nel caso in cui la perforazione possa servire per creare una via di uscita per i ragazzi intrappolati. Per una soluzione simile però, sottolineano ancora gli esperti, servirebbe portare nella zona pesanti attrezzature di perforazione, necessarie per sfondare la roccia. E senza strade, arrivare vicino alla cavità è molto difficile.

MORFOLOGIA – Inoltre, sarebbe importante e necessario condurre un’indagine sulla morfologia della caverna per conoscerla prima di iniziare a perforare; altrimenti si corre il rischio di scavare nel posto sbagliato. “E’ una situazione molto difficile” ha sottolineato Anmar Mirza. “È come cercare un ago in un pagliaio”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background