I pericoli nella grotta  

Scritto da il 7 luglio 2018

I pericoli nella grotta

(Afp)

Pubblicato il: 08/07/2018 08:42

L’attesa è finita. L’operazione per portare fuori i 12 baby calciatori intrappolati in Thailandia è scattata questa mattina quando in Italia erano le 4 di notte (le 9 ore locali). I livelli dell’acqua all’interno della grotta sono diminuiti abbastanza negli ultimi giorni – grazie alle intense operazioni di drenaggio – e ora i ragazzi sono pronti ad attraversare alcuni passaggi a piedi. Tuttavia nella cava, l’unico rischio per i 12 ragazzini non è solo l’acqua da attraversare ma anche il rischio di contrarre infezioni e l’ipotermia.

I ragazzi, di età compresa tra gli 11 e i 16 anni, e il loro allenatore 25enne, sono rannicchiati su una piccola sporgenza rocciosa. L’ambiente è umido, quindi devono cercare di rimanere al caldo e all’asciutto per non rischiare l’ipotermia, scrive la Bbc. Anche la caduta di pietre potrebbe costituire una minaccia, ma tra le preoccupazioni principali c’è il rischio di contrarre infezioni da quella che viene chiamata ‘la malattia della grotta’ che può essere trasmessa dai pipistrelli o dall’acqua sporca.

Mentre aspettano di essere liberati, i baby calciatori devono rimanere calmi e non muoversi dalla sporgenza rocciosa, ha spiegato qualche giorno fa alla Bbc Andy Eavis, ex capo della British Caving Association.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background