Botta e risposta Zoro-Travaglio  

Scritto da il 10 luglio 2018

Botta e risposta Zoro-Travaglio

(Diego Bianchi e Marco Travaglio – Foto Ipa/Fotogramma)

Pubblicato il: 11/07/2018 16:21

Botta e risposta a distanza tra il conduttore di ‘Propaganda Live’ Diego Bianchi, in arte ‘Zoro’, e il direttore de ‘Il Fatto Quotidiano’ Marco Travaglio. All’origine della querelle una frase scritta da Travaglio nell’editoriale di martedì scorso, intitolato ‘Sotto la maglietta’ (con riferimento all’iniziativa pro migranti promossa da Libera), che recitava: “Il legame fra alcune Ong e gli scafisti, ormai acclarato e addirittura rivendicato dalle interessate“.

Una frase poi rilanciata e commentata via Twitter da Zoro. “Per interesse personale e professionale avrei bisogno di sapere nel dettaglio ‘acclarato’ da chi e ‘rivendicato’ da chi. Grazie”, aveva osservato il conduttore tv, chiedendo spiegazioni all’autore dell’articolo e innescando, suo malgrado, una polemica social contro di lui.

A riferirlo è prorio Travaglio che, in un nuovo editoriale pubblicato oggi, intitolato ‘Propaganda Live’, lamenta: “Siccome non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire né peggior cieco di chi non vuol vedere, Diego Bianchi in arte Zoro prende mezza frase dal mio articolo piuttosto lungo di ieri sui migranti per segnalarmi alla corte di rottweiler che popolano il suo profilo Twitter. I quali – senz’aver letto una riga del mio pezzo – colgono l’occasione per riempirmi di insulti e dipingermi come servo di questo o quell’altro”.

“Nessun problema – prosegue il giornalista – c’è chi pensa di fare informazione a colpi di show, magliette e tweet, e chi prova a farla documentandosi e studiando. Poi ciascuno sceglie quella che preferisce. Ma siccome, se non rispondi entro due minuti al primo che passa per i social, sei subito additato come omertoso o in difficoltà (chissà perché non replica, eh eh), accontento volentieri il nostro spiritoso showman“.

Travaglio, quindi, risponde alla richiesta di Bianchi facendo riferimento a indagini e testimonianze che dimostrerebbero i legami tra gli scafisti e alcune Ong. “Gentile Zoro sul web può trovare i filmati, le fotografie e l’audio delle intercettazioni dei responsabili di un’Ong, la tedesca Jugend Rettet, e della sua nave Iuventa sequestrata un anno fa a Trapani”, scrive il giornalista, segnalando il caso di Trapani per supportare le proprie dichiarazioni. “Se poi alcune indagini – prosegue – (diversamente da quella di Trapani, che s’è vista confermare il sequestro della Iuventa fino in Cassazione) non hanno finora accertato reati, non significa che non abbiano acclarato fatti oggettivi”.

Per sostenere la sua tesi Travaglio fa riferimento anche a un presunto “coordinamento fra scafisti (o loro complici) e Ong, sempre nel posto giusto al momento giusto per rilevare il carico umano, spesso al confine delle acque territoriali libiche, o financo oltre” e al codice di condotta per le Ong stilato un anno fa dal ministero dell’Interno, “norme – secondo il Direttore del ‘Fatto’ – di comune buonsenso che invece molte Ong respinsero sdegnate, dimostrando che proprio tutto regolare non era“.

“Ma, onde evitare che il simpatico Zoro faccia un altro tweet per dubitare dei provvedimenti di pm, Gup, Riesame di Trapani, Cassazione e altre Procure, delle immagini dei satelliti, delle parole di un ammiraglio e del capo di Frontex e di altra simile robaccia, gli cito una fonte che potrebbe vincere la sua congenita incredulità“, conclude Travaglio, segnalando infine un articolo di ‘Repubblica’ del 3 agosto 2017 sui presunti accordi tra l’Ong tedesca Jugend Rettet e gli scafisti.

A stretto giro è arrivata via social la replica di Zoro. “Ringrazio @marcotravaglio per la puntuale e articolata risposta alle domande da me postegli ieri – commenta il conduttore tv su Twitter -. La conferma da parte sua del fatto che di ‘acclarato’ e ‘addirittura rivendicato’ circa il legame tra ‘alcune Ong e gli scafisti’ non ci sia nulla è molto importante”. E ancora, “sui social sono noioso, scrivo poco, litigo ancor meno. Non amo toni maleducati e concetti urlati e mi dispiace se qualcuno ha esagerato” sostiene Zoro. “Detto ciò – aggiunge, ironizzando su quanto scritto da Travaglio – l’incipit sulla ‘corte di rottweiler che popolano’ il mio profilo, lo interpreto come una severa, seppur tardiva autocritica“.

“Il passaggio su ‘chi pensa di fare informazione a colpi di show, magliette e tweet e chi prova a farla documentandosi e studiando’ mi trova d’accordo – prosegue Zoro -. All’analisi e alla critica di questo deplorevole andazzo abbiamo dedicato una trasmissione tv nonché il nome della stessa”. “Infine – conclude Bianchi – invito @marcotravaglio a salire a bordo di una Ong a caso nel momento in cui queste saranno di nuovo in grado di tornare in mare. E’ un’esperienza molto bella, dal punto di vista umano e professionale, della quale sono certo mi ringrazierà”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background