Gino Strada contro Salvini  

Scritto da il 11 luglio 2018

Gino Strada contro Salvini

(In Onda /La7)

Pubblicato il: 12/07/2018 11:35

“Che lo dica chiaro, Salvini, se pensa che Emergency abbia collaborato con gli scafisti, e io lo denuncio domattina. Perché questo è falso, e non permetto a nessuno – specie a chi non ne ha di suo – di dare lezioni di moralità a Emergency, che ha curato nove milioni di persone con bilanci trasparenti. Arriva un buffoncello che si permette di fare illazioni sulla qualità morale del nostro lavoro, ma stiamo scherzando?”. Gino Strada colpisce duro dagli studi di In Onda. Intervistato da Telese e Parenzo su la7 in tema di immigrazione, il fondatore di Emergency ha attaccato il vicepremier e leader del Carroccio e le politiche del governo sui migranti.

“Siamo nel surreale: adesso – ha continuato Strada – è responsabilità di chi aiuta in mare o meno, ora è chi aiuta che sta compiendo un atto criminale. Questa è la logica del ministro dell’Interno, perché lui si diverte a sputare veleno e odio su tutti senza avere la minima ragione”.

È giusto – ha poi domandato – essere costretti a vivere in un campo profughi, per terra dentro una baracca di alluminio o cartone, dove per mangiare due volte al giorno si fa un po’ di acqua bollita con dentro due patate, con i bambini lerci col moccio che non hanno niente? Non “conveniente”, “politicamente corretto” e tutte queste menate della politica. E’ giusto o non è giusto? Io credo sia un’ingiustizia con le risorse che ci sono a disposizione”.

Non si può – ha continuato Strada – investire sull’odio contro i migranti, come la politica italiana sta facendo. Per odiare chi? Non i responsabili della miseria e della povertà dell’Africa, ma i più deboli, quelli che stanno sotto. Questa è una follia totale. Che tra l’altro mi ricorda un processo iniziato circa un centinaio di anni fa e che ho paura possa ripetersi: quello che porta al fascismo e al razzismo, che si basano non sulla legittima paura dell’altro, ma per definizione sul rifiuto della differenza e dell’altro”.

E sul caso Vos Thalassa, Strada ha poi sottolineato: “In che mondo siamo? Ci sono giustamente i giornali pieni da giorni sul salvataggio dei 14 ragazzini in Thailandia che si sono infilati in una grotta, per loro si sono mobilitati miliardari con tecnologie nuove. E poi c’è una nave in difficoltà con sopra dei migranti – anche dei bambini – e i politici discutono. E’ una vergogna”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background