Storia di Josepha, sopravvissuta 2 giorni in mare  

Scritto da il 17 luglio 2018

Storia di Josepha, sopravvissuta 2 giorni in mare

(Afp)

Pubblicato il: 18/07/2018 07:54

Ha passato due giorni e due notti in mare, Josepha. Aggrappata a un pezzo di legno per 48 ore. E’ riuscita a scampare a una tragedia, l’ennesima che si è consumata nelle acque del Mediterraneo, al largo della Libia. La foto dei volontari di Open Arms che la sorreggono in mare, i capelli pieni di polvere, ha fatto il giro del mondo. E basta fissare i suoi grandi occhi neri, spalancati, esausti, per leggerci tutta la disperazione di chi, come lei, ha visto la morte in faccia.

Josepha ha appena 40 anni, viene dal Camerun, dove è scappata da un marito che la picchiava “perché non potevo avere figli” ha spiegato la donna ad Annalisa Camilli, giornalista di ‘Internazionale’ che si trova a bordo della nave della ong spagnola e ne ha raccolto la testimonianza. Ora Josepha è fuori pericolo ma è ancora sotto choc. Non vuole essere portata in Libia. “Siamo stati in mare due giorni e due notti” ha raccontato, dicendo di non ricordare da dove siano partiti e dove si trovino ora i suoi compagni di viaggio. “Sono arrivati i poliziotti libici – ha spiegato – e hanno cominciato a picchiarci”.

A Josepha è stata diagnosticata una grave ipotermia. Sul suo corpo sono stati trovati segni di una bruciatura. La dottoressa che l’ha accolta sulla Open Arms, ha spiegato che se avessero tardato qualche ore, a quest’ora Josepha sarebbe morta come la donna e il bambino che sono stati trovati senza vita accanto a lei. Secondo quanto riferito da Oscar Camps, fondatore della ong Proactiva Open Arms, la Guardia costiera libica avrebbe lasciato morire la donna e il piccolo che come Josepha si trovavano a bordo di una nave con 158 persone.

“Quando siamo arrivati, abbiamo trovato una delle due donne ancora in vita, ma non abbiamo potuto fare niente per salvare l’altra donna e il bambino che potrebbero essere morti poche ore prima di trovarli – ha denunciato su Twitter Oscar Camps -. Quanto tempo dovremo lottare contro assassini arruolati dal governo italiano per uccidere?”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Prossimo Articolo

Scintille sul condono  


Thumbnail
Articolo Precedente

Al Mia le nuove serie tv  


Thumbnail

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background