“Non deve succedere più”, lo strazio della moglie di Bode Miller per la figlia  

Scritto da il 18 luglio 2018

Non deve succedere più, lo strazio della moglie di Bode Miller per la figlia

(Foto Instagram Morgan Beck)

Pubblicato il: 19/07/2018 10:21

Sono passati 37 giorni da quando ho perso la mia bambina“. E’ un messaggio straziante quello che Morgan Beck, moglie del campione olimpico di sci Bode Miller, affida ai social per ricordare la figlia Emeline, annegata in piscina ad appena 19 mesi lo scorso 10 giugno. A poco più di un mese dal tragico incidente, l’ex giocatrice di pallavolo lancia un accorato appello su Instagram “affinché nessun altro genitore possa provare questo dolore“.

L’annegamento è la prima causa di morte tra i bambini di età compresa tra 1 e 4 anni – spiega la 31enne – Parliamo di vaccinazioni, di seggiolini per auto, di alimenti biologici, di corretto uso dei tablet, ma non del rischio più grande per la vita dei nostri figli… si tratta di un killer silenzioso. Bastano pochi secondi”.

Per sensibilizzare gli altri genitori sul tema dell’annegamento infantile, Beck cita poi un’altra mamma, Nicole Hughes, che proprio il 10 giugno ha visto morire annegato il figlio Levi di 3 anni. “Il mio cuore è con te e facciamo questo viaggio insieme“, scrive, invitando i suoi follower a leggere e condividere la sua storia raccontata sul blog ‘Scary Mommy’ perché “diffondere la conoscenza – sostiene – è il primo passo per impedire questo tipo di tragedie”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background