Abusi su bimba, prete arrestato: “Pensavo avesse 15 anni”  

Scritto da il 26 luglio 2018

Abusi su bimba, prete arrestato: Pensavo avesse 15 anni

(Fotogramma)

Pubblicato il: 27/07/2018 19:15

Don Paolo, il parroco 70enne accusato di violenza sessuale aggravata su minore per essere stato sorpreso in auto con una bambina di 10 anni la sera di lunedì scorso, nel parcheggio di un supermercato di Calenzano (Firenze), resterà agli arresti domiciliari. E’ questa la decisione presa dal Gip del Tribunale di Prato, Francesco Pallini, che questa mattina ha sciolto la riserva, respingendo la richiesta del pubblico ministero, Laura Canovai, che aveva chiesto la custodia in carcere. Il prete è stato notato lunedì da alcuni passanti con la bimba, solo l’intervento dei carabinieri ha evitato il linciaggio. Ieri, nel corso dell’udienza di convalida dell’arresto, durata un’ora e mezzo, il sacerdote, difeso dall’avvocato Valeria Fontana, ha risposto a tutte le domande del giudice e del pm e, da quanto appreso, avrebbe ammesso di essersi appartato con la bambina e che non era la prima volta che accadeva.

Durante uno degli interrogatori, il sacerdote avrebbe tentato di giustificarsi sostenendo di ignorare l’età della bimba: “Pensavo che avesse qualche anno in più, 14 o 15 anni“. Il prete ha ammesso di aver avuto incontri analoghi con la bimba di 10 anni “almeno altre tre volte”, sostenendo che sarebbe stata sempre la minorenne “a prendere l’iniziativa”. Il giudice tuttavia non ha creduto al prete circa l’età della bimba, dato che don Paolo frequenta la famiglia da circa dieci anni. Il prete avrebbe ammesso “di aver sbagliato” solo dopo l’arresto. La scelta degli arresti domiciliari, rispetto a quella in carcere che era stata chiesta dalla Procura, è stata spiegata dal giudice con l’assenza del pericolo di inquinamento delle prove e con l’età avanzata del prete. Sconterà gli arresti in provincia di Lucca, lontano dalla casa dove la piccola vittima vive con i fratelli e i genitori. Nell’ordinanza, il giudice afferma che il prete ha mostrato “un pervicace radicamento in siffatte devianti e illecite modalità di condotta”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background