Generali, nel semestre utile netto sale a 1,33 mld  

Scritto da il 31 luglio 2018

Generali, nel semestre utile netto sale a 1,33 mld

Pubblicato il: 01/08/2018 09:33

Generali archivia il primo semestre dell’anno con un utile netto di 1,33 miliardi di euro, in aumento dell’8,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e sui massimi della forchetta del consensus degli analisti. Al risultato hanno contribuito anche le dismissioni avvenute nel periodo. Il risultato operativo del gruppo assicurativo si attesta a 2,5 miliardi, in aumento del 2,7% per il miglioramento di tutti i segmenti di business. Il target del piano di dismissioni e di ottimizzazione geografica di Generali è stato “ampiamente superato in anticipo”, ha spiegato il group ceo di Generali, Philippe Donnet, commentando i risultati. Durante il semestre il gruppo assicurativo ha annunciato operazioni di dismissione che, insieme a quelle passate, hanno raggiunto un ammontare complessivo di oltre 1,5 miliardi, significativamente superiore all’obiettivo iniziale di 1 miliardo.

I risultati del primo semestre, secondo Donnet, “evidenziano la resilienza patrimoniale e le ottime performance tecniche e industriali di Generali in un contesto di volatilità globale”. Il group ceo ha definito “ottimo anche l’andamento operativo del Danni e del Vita, nonché le attività di Investments, Asset & Wealth Management, risultati che confermano la capacità di eseguire con disciplina e determinazione il nostro piano strategico. In questo modo abbiamo conseguito un utile netto semestrale tra i più alti di sempre”.

Il gruppo assicurativo registra un operating Roe annualizzato al 12,5%, con il dato che riflette l’impatto delle operazioni di dismissione. L’operating Roe medio del periodo 2015-primo semestre 2018 si attesta al 13,4%, in linea con l’obiettivo del piano. In termini di volumi, i premi complessivi del gruppo ammontano a 35,1 miliardi, con un incremento del 6,5%. Il Vita cresce dell’8,6%, principalmente per lo sviluppo dei prodotti risparmio (+9,1%). Continua inoltre la crescita, già osservata nel primo trimestre dell’anno, dei premi Danni, che a termini omogenei aumentano del 2,1% a 11 miliardi per effetto dello sviluppo di entrambi i settori. L’Auto cresce del 2,3% e il Non Auto dell’1,7%.

Il Preliminary Regulatory Solvency Ratio si attesta al 201% contro il 207% di fine 2017. Il calo è determinato dalla situazione dei mercati finanziari al semestre, condizionata dall’allargamento dello spread del Btp. L’Economic Solvency Ratio si è posizionato al 221%, in flessione dal 230% della fine dello scorso anno. In ogni caso l’indicatore è a “un ottimo livello. Questo dimostra che siamo capaci di assorbire uno shock rilevante sullo spread. Non c’è nessun problema e nessuna preoccupazione per quanto riguarda la nostra posizione sui Btp italiani”, ha sottolineato Donnet. generali al momento detiene circa 60 miliardi di euro di titoli di Stato italiani. In ogni caso l’ampliamento dello spread, ha detto il group cfo uscente, Luigi Lubelli, “non ha avuto un impatto significativo” sul risultato. “C’è stata una riduzione delle riserve disponibili per la vendita di circa 1,3 miliardi”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background