“Disoccupato grazie al dl dignità”, tweet infiamma la Rete  

Scritto da il 3 agosto 2018

Disoccupato grazie al decreto dignità, tweet infiamma la Rete

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 04/08/2018 21:33

Ha scritto che diventerà disoccupato anche grazie al decreto dignità e il suo tweet, rilanciato da diversi media, è diventato un caso. Il primo ad esserne stupito è proprio il diretto interessato, che, trovandosi a rispondere a decine di utenti, ha ammesso di sentirsi “un po’ sotto choc” per il clamore suscitato. Nel tweet in questione il giovane si rivolge direttamente al vicepremier: “Buonasera Ministro @luigidimaio, ci tengo a farle sapere che, anche grazie a lei e al suo decreto dignità, oggi mi hanno confermato che da settembre sarò finalmente un disoccupato“. Poi, facendo riferimento alla relazione tecnica al dl secondo cui il provvedimento farebbe perdere 8mila posti di lavoro in un anno, il ragazzo chiede: “Non è che per caso @Tboeri aveva ragione? Ma tanto – conclude ironizzando – io aspetto il suo reddito di cittadinanza, no?”.

In Rete si scatena subito il dibattito. A chi gli domanda se gli fosse stato detto esplicitamente che il suo licenziamento era dovuto al decreto dignità, lui risponde: “La mia responsabile ha precisato che, oltre a questioni di riorganizzazione aziendale, la nuova norma ha creato incertezza e l’ufficio del personale tende a essere molto prudente e che, cito, ‘chiaramente un tempo indeterminato ingesserebbe troppo l’azienda’”. Sui social c’è chi lo attacca. Qualcuno scrive: “Dovrebbe prendersela con il suo (ex) datore di lavoro“. “Evidentemente il tuo padrone – si legge in un tweet – non ha realmente bisogno di te, o tu in fondo non vali molto”. E ancora: “Sei nell’errore: il decreto dignità assegna a te un lavoro stabile e non consente alla tua azienda lo sfruttamento infinito”.

In molti invece gli esprimono solidarietà invitandolo a tenere duro. “Le auguro che al più presto possa trovare un nuovo impiego“, si legge in uno dei tweet. Qualcuno ironizza: “Ci stanno licenziando. Ma con dignità però”. “Beh sei la prova vivente – scherza un altro utente – che la precarietà la combattono. Non sei più precario sei disoccupato fisso”. Il ragazzo, stupito dal clamore, scrive: “Non pensavo che questo tweet potesse avere questa eco. Ringrazio coloro che mi hanno fatto gli auguri, sono certo che, anche con un po’ di fortuna, il lavoro si trovi. Ringrazio anche coloro – aggiunge – che mi hanno insultato in varie forme e modi, perché mi fanno capire che sono nel giusto”. Qualcuno prova a consolarlo facendogli notare: “Sei su tutti i giornali. Sarai un disoccupato famoso“.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background