Bper, utile quasi triplicato nel semestre  

Scritto da il 6 agosto 2018

Bper, utile quasi triplicato nel semestre

Pubblicato il: 07/08/2018 18:34

Bper Banca archivia il primo semestre dell’anno con un utile netto quasi triplicato rispetto allo stesso periodo dello scorso esercizio a 307,9 milioni di euro.

Per quanto riguarda i ratios patrimoniali, il Cet 1 Phased In si attesta al 14,72%, ampiamente superiore al requisito Srep 2018 fissato dalla Bce. Il Cet 1 Fully fased+ è pari a 11,63%, sostanzialmente sugli stessi livelli del primo trimestre dell’anno. Ulteriore riduzione degli Npe, pari a 1,7 mld di euro, anche grazie alla cartolarizzazione dei crediti in sofferenza ‘4Mori Sardegna’ conclusa lo scorso giugno.

L’Npe ratio lordo è al 17,4% dal 19,9% al primo gennaio 2018, in calo per l’ottavo trimestre consecutivo; l’Npe ratio netto è all’8,4% dal 9,2% del primo gennaio 2018; migliorano le metriche della qualità del credito annualizzate con un default rate pari al 2% e cure rate al 13,8%. La copertura sui crediti deteriorati è al 56,9% “ai massimi livelli del settore bancario italiano” precisa una nota.

Il risultato netto della gestione operativa si attesta a 476,7 milioni di euro grazie in particolare all’andamento positivo delle commissioni nette e al risultato della finanza, anche grazie a utili realizzati su titoli del debito. Il costo del credito annualizzato si attesta su un livello contenuto a 36 punti base.

Nel dettaglio il bilancio presenta il margine di interesse che si attesta a 573,5 milioni di euro. Il dato relativo secondo trimestre risulta pari a 280,3 milioni di euro in calo rispetto a 293,2 milioni di euro del primo trimestre dell’anno principalmente a causa dell’effetto “riclassificazione IFRS9” e del minore apporto del margine finanziario.

Le commissioni nette risultano pari a €389,1 milioni e si collocano al livello più elevato mai registrato dal Gruppo. La performance positiva è stata supportata principalmente dalla tenuta delle commissioni nette relative al business commerciale e dall’incremento di quelle relative alla raccolta gestita e Bancassurance in forte crescita rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+27,7% a/a) ancorché con perimetro non omogeneo.

Il dato relativo al secondo trimestre si attesta a 90,9 milioni (- 3,6% trim/trim): in diminuzione la componente relativa alla raccolta gestita del 6,2% principalmente riconducibile al minore apporto delle commissioni “up-front” sull’attività di collocamento e dal calo della componente relativa ai finanziamenti e garanzie; le commissioni nette relative al comparto Bancassurance, invece, continuano a mostrare una buona performance segnando un aumento del 16,1% trim/trim.

Il risultato netto delle attività di negoziazione (comprensivo dei dividendi pari a 13,5 milioni di euro) si attesta a 183,5 milioni di euro. Esso include utili netti realizzati su titoli e derivati per 172,9 milioni di euro, minusvalenze nette su titoli e derivati per 7,9 milioni di euro, e altri elementi positivi per 5,0 milioni die uro.

La redditività operativa risulta pari a 1.165,7 milioni di euro. Il dato del secondo trimestre è pari a 508,7 milioni di euro, in presenza di un andamento comunque positivo del risultato netto della finanza nonostante le forti tensioni sul rischio sovrano italiano e del buon andamento delle commissioni nette, a fronte di un minore contributo del margine di interesse.

I costi della gestione si quantificano pari a 689,0 milioni di euro. In dettaglio, le spese per il personale ammontano a 420,4 milioni di euro, le altre spese amministrative sono pari a 212,3 milioni e gli ammortamenti su attività materiali e immateriali si attestano a 56,3 milioni.

Il dato riferito ai costi della gestione del secondo trimestre si attesta a 357,9 milioni in aumento rispetto a 331,2 milioni del primo trimestre dell’anno prevalentemente a causa di rettifiche di valore nette non ricorrenti su attività materiali, di spese amministrative relative a progettualità finalizzate nel trimestre e di maggiori oneri relativi alla parte variabile della retribuzione del personale.

Il risultato della gestione operativa al secondo trimestre risulta pari a 150,8 milioni. Le rettifiche nette su crediti e su altre attività si attestano a 84,2 milioni quasi interamente riferibili a rettifiche nette su attività finanziarie valutate al costo ammortizzato, in forte riduzione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il dato del secondo trimestre risulta pari a 59,8 milioni. Il costo del credito annualizzato si determina in 36 bps (18 bps nel semestre) in forte riduzione rispetto ai 112 bps dell’intero esercizio 2017.

Gli accantonamenti netti ai fondi per rischi e oneri si attestano a € 37,0 milioni nel semestre. Nel primo semestre è stato contabilizzato il contributo per l’anno 2018 del Gruppo BPER al Fondo di Risoluzione Unico (“SRF”) pari a € 29,0 milioni costituito da una parte ordinaria pari a € 20,3 milioni già presente nel primo trimestre (€ 18,1 milioni nel primo trimestre 2017) e da una parte straordinaria e riferita all’esercizio 2016 pari a € 8,7 milioni nel secondo trimestre. Si evidenzia che nello schema di conto economico riclassificato, per chiarezza espositiva, tali contributi sono esposti in una riga separata, mentre nello schema di Banca d’Italia essi sono ricompresi all’interno della voce 180 b) “Altre spese amministrative”.

L’utile dell’operatività corrente al lordo delle imposte risulta pari a € 331,9 milioni in forte crescita rispetto a 109,0 milioni dello scorso anno. Le imposte sul reddito sono pari a € 9,8 milioni costituite essenzialmente da imposte differite. A fronte di perdite fiscali maturate negli anni 2017/2018 pari a complessivi 1.465,1 milioni (compreso l’impatto da FTA) non sono state contabilizzate imposte anticipate.

L’utile netto complessivo del periodo si attesta a 322,2 milioni ( 119,2 milioni nel primo semestre 2017) e comprende un utile netto di periodo di pertinenza di terzi pari a 14,3 milioni. L’utile netto di pertinenza della Capogruppo si quantifica pertanto pari a 307,9 milioni ( 119,1 milioni nel primo semestre 2017).


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background