Esplosione Bologna, cosa è successo  

Scritto da il 6 agosto 2018

Esplosione Bologna, cosa è successo

(Xinhua/ Ipa)

Pubblicato il: 07/08/2018 09:59

Scene da Apocalisse. Con un boato, fiamme alte e una lunga colonna di fumo visibile da quasi tutta la città. L’inferno a Bologna si è scatenato attorno alle 14 di ieri quando sul raccordo autostradale un tamponamento tra un’autocisterna che trasportava materiale infiammabile e un camion ha provocato un violento incendio, seguito da una serie di esplosioni a catena. Una tragedia che ha causato la morte del conducente dell’autocisterna e centinaia di feriti.

COSA E’ SUCCESSO – Sono le 14 di lunedì alla periferia del capoluogo felsineo, quartiere Borgo Panigale, km 4.800 del Raccordo Autostradale Bologna-Casalecchio, quando un tir che trasportava materiale infiammabile nell’autocisterna, molto probabilmente Gpl, tampona un camion sul raccordo autostradale. In pochi minuti si scatena il caos. In un orrendo effetto domino, i mezzi incendiano e dopo alcuni minuti, esplode la cisterna. La deflagrazione fa crollare buona parte del ponte dell’A14, dividendo in due l’Italia e scavando in tangenziale un enorme cratere. La viabilità, in quel punto, viene sospesa e Autostrade e la prefettura comunicano percorsi alternativi per chi si trova a dover passare nel nodo di Bologna. L’onda d’urto raggiunge negozi, ristoranti e case in tutta la zona, provocando un centinaio di feriti. Le automobili di alcune concessionarie vicine esplodono in sequenza. Sul posto arrivano immediatamente ambulanze e vigili del fuoco che riescono a domare il rogo dopo diverse ore, ostacolati dalla morsa del caldo. Decine di residenti vengono evacuati e passano la notte fuori casa.

L’INCHIESTA – In seguito all’incidente, la procura di Bologna ha aperto un’inchiesta per disastro colposo a carico di ignoti per accertare la dinamica dell’incidente. All’origine del sinistro, con ogni probabilità, c’è il tamponamento multiplo anche se la dinamica esatta è comunque ancora al vaglio degli inquirenti.

LA VITTIMA – L’unica vittima per il momento sarebbe Andrea Anzolin, 42enne del comune vicentino di Agugliaro che si trovava alla guida dell’autocisterna che avrebbe tamponato il tir, a sua volta piombato sopra una bisarca. Procede agli accertamenti e ai rilievi la polizia stradale di Bologna d’intesa con la Procura competente.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background