Danza: a Bassano del Grappa ‘The Jewish Connection Project’  

Scritto da il 17 agosto 2018

A Bassano del Grappa debutta 'The Jewish Connection Project' firmato dal duo Batash-Estaras

Ido Batash e Lisi Estaras ‘autori’ dello ‘Jewish Connection Project’ in scena il 21 agosto a Bassano del Grappa

Pubblicato il: 18/08/2018 20:44

In scena il 21 agosto (ore 21), in prima nazionale presso il Teatro Remondini di Bassano del Grappa, nell’ambito del ricco cartellone di Operaestate, ‘The Jewish Connection Project’ (‘Lasciami essere me stesso’) firmato in tandem dai giovani coreografi e registi Ido Batash e Lisi Estaras. La creazione, interpretata da Avidan Ben Giat, Tamar Honig, Yohan Valléè, Lisi Estaras e Ido Batash esplora temi politici, storico- culturali con un afflato sociale. Cosa significa far parte del popolo di Israele? Perchè le diverse identità non possono trasformarsi in una chiave per incontrarsi, unirsi invece di separarsi, isolarsi? A queste e a molte altre domande tenta di rispondere il lavoro sostenuto da Les Ballets C de la B e supervisionato da Alain Platel.

Risuonanano nella pièce di Ido Batash e Lisi Estaras interrogativi di drammatica attualità. Si parte da una riflessione sulla loro identità ebraica, sull’ l’ambiguità e i conflitti che può generare il senso supremo di appartenenza, ‘tradotto’ in un linguaggio fisico che porta in scena un susseguirsi di ritualità, gesti stereotipati, ma danze dinamiche e stremanti.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background