“Mio figlio andava a lavorare, ora voglio giustizia”  

Scritto da il 17 agosto 2018

Mio figlio andava a lavorare, ora voglio giustizia

(Fotogramma)

Pubblicato il: 18/08/2018 15:34

Lo zio abbraccia la mamma di Admir. Mio figlio “stava andando a lavorare”, racconta la donna tra le lacrime. “Io ero in Albania e l’ho sentito in televisione” del crollo del ponte Morandi che ha fatto 42 vittime tra cui il 32enne. “Come potevo immaginare che anche lui fosse caduto? Sono arrivata subito. Lo avevo sentito il giorno prima. Lui era qua, lavorava – andava a Rapallo -, era con sua moglie mezz’ora prima. Lei lo ha chiamato dopo e il telefono era spento. Ora chiediamo giustizia”.

Poche parole tra i singhiozzi.”La presenza dei ministri è molto importante. Ci ha fatto piacere – ha detto poi lo zio -. Stanno indagando e vedremo poi i risultati. Siamo arrabbiati ovviante perché abbiamo perso un nostro caro. Crediamo e speriamo che sia fatta giustizia“.

Il presidente della Repubblica Mattarella, aggiunge, “ci ha fatto le condoglianze, la sua presenza ci ha fatto piacere. Ora vedremo. Ma non ci bastano le presenze, servono i risultati”. “Non solo per Admir, ma per tutti quanti” conclude.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background