Cos’è successo nelle Gole del Raganello  

Scritto da il 20 agosto 2018

Tragedia Pollino, cosa è successo

(Fotogramma)

Pubblicato il: 21/08/2018 08:35

Almeno 11 escursionisti morti, 23 tratti in salvo e almeno 5 dispersi. E’ questo il bilancio della tragedia che si è consumata ieri sul Pollino, quando la piena del torrente Raganello a Civita di Castrovillari, in provincia di Cosenza, ha travolto alcuni escursionisti che stavano facendo canyoning, ossia attraversavano a piedi il letto del corso d’acqua. Gli escursionisti stati colti di sorpresa e trascinati da un fiume di fango. Un bambino in stato di ipotermia è stato portato all’ospedale di Cosenza.

Cosa è successo – Due gruppi di persone, almeno 36 escursionisti, stavano partecipando a una visita guidata delle gole del Raganello e del canyon, quando sono stati sorpresi dalla violenta piena del torrente. Ieri una forte tempesta si è abbattuta sulla zona. L’acqua si è alzata e ha travolto alcuni di loro. Per molti non c’è stato nulla da fare, altri fortunatamente sono riusciti a salvarsi.

Cosa sono le Gole del Raganello – Le Gole del Raganello, riserva naturale protetta del Parco Nazionale del Pollino al confine tra Calabria e Basilicata, costituiscono un scenografico canyon lungo circa 17 km, e sono tra le mete più frequentate della Calabria per chi ama fare canoying e rafting. L’area delle gole si estende dalla Sorgente della Lamia raggiungendo un’area attigua all’abitato di Civita di Castrovillari, dove sorge il caratteristico Ponte del Diavolo. Qui il corso del torrente Raganello diventa più regolare e scorre lungo una valle più aperta, che si mantiene tale fino alla foce. Il canyon del Raganello si distingue in due parti: Gole alte e Gole basse. In quelle alte la conformazione del torrente è accidentata. In quelle basse il percorso è simile per conformazione a quello superiore, ma più difficoltoso da percorrere, per via della maggiore quantità d’acqua e della presenza di punti maggiormente scoscesi.

Le gole sono pericolose? – In condizioni meteo normali il percorso alle Gole del Raganello non è pericoloso. E può essere affrontato anche dai bambini. Ieri però il forte temporale in alta quota che ha interessato l’area ha causato la tragedia. “Gli anziani del paese di San Lorenzo mi hanno detto che ha fatto tanta acqua come non se ne vedeva da 50 anni e nel giro di una mezz’ora il livello del torrente è cresciuto a dismisura” ha spiegato il proprietario del B&B ‘La Locanda di Civita’, situato a pochi chilometri dalle Gole del Raganello.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background