Vela: 3a giornata campionato mondiale juniores classe 470 a Bracciano  

Scritto da il 22 agosto 2018

Bracciano, 3a giornata campionato mondiale juniores classe 470

Pubblicato il: 23/08/2018 20:13

Terza giornata di vela olimpica e a Bracciano le gare sono in balia delle beffe del meteo che ogni pomeriggio sta costringendo il comitato di regata a richiamare la flotta a terra a causa dei violenti temporali che si alternano a periodi di bonaccia assoluta come nella giornata di oggi. I team che prendono parte hanno iniziato la prima prova alle sei dopo oltre quattro ore di attesa in acqua ma non hanno potuto effettuare nessuna regata per il vento che ruotava continuamente.

Il campionato mondiale juniores 470 è così ancora così tutto aperto. Conducono i francesi Machetti-Dantes, ma la classifica è molto tirata, distanziati di poco fra di loro i primi dieci nella classe maschile. Quarti gli italiani Ferrari-Calabrò che dopo aver qualificato l’Italia alle olimpiadi di Tokyo, due settimane fa in Danimarca, puntano qui al titolo mondiale. In barca vince l’intesa. Migliori amici o non, in gara l’unione fa davvero la forza. E tutti regatano per vincere. “E’ la prima volta che veniamo a Bracciano”, afferma Sidoine Dantes, 22 anni di Antibes come il suo timoniere, in testa alle attuali classifiche- e siamo davvero felici di come stiamo andando, vogliamo chiudere questa settimana sul podio”.

“Le condizioni meteo del lago di Bracciano sono molto complicate, fa troppo caldo la mattina e poi pioggia e vento rendono davvero difficile il campo di regata -prosegue Sidoine Dantes-. Ci stiamo comunque divertendo, pensiamo di essere forti anche in condizioni meteo così impegnative. Sono in team con Machetti da oltre sette anni è il mio migliore amico e ci capiamo anche con un solo sguardo. Quando lavori in squadra, e spesso sotto pressione, è importantissimo. Sappiamo di avere avversari che ci daranno filo da torcere come gli italiani Ferrari-Calabrò e gli ungheresi Balazs- Zsombor, ma quando siamo in acqua anche in qualsiasi condizione agiamo l’uno per l’altro in perfetta intesa”.

Il campionato al femminile è invece condotto dalle tedesche Dahnke-Winkel. Quarte in classifica le italiane Benedetta di Salle-Alessandra Dubbini. Anche loro dopo aver assicurato all’Italia i giochi a cinque cerchi del 2020 sono a Bracciano per vincere. “Mica per partecipare -sottolinea decisa Alessandra Dubbini, 19 anni di Bergamo-. Sono cinque anni che regatiamo insieme. Fra di noi è come fra marito e moglie dopo diversi anni di matrimonio. Io e Benny abbiamo due caratteri completamente diverse ma entrambe siamo grintose e determinate a raggiungere gli obiettivi prefissati senza troppe vie di uscita. Siamo tutte e due molto sportive e amiamo la vela e seppur non sempre d’accordo sulle decisioni da prendere in regata, quelle che abbiamo finora sempre maturato ci hanno dato grandi risultati. Anche in questi giorni con condizioni meteo non certo favorevoli”.

‘Never give up’ è lo slogan che gli atleti di questo campionato hanno creato sui social e che ripetono prima di mettere le barche nelle acque del lago prospicienti il circolo velico Planet Sail. “L’unione fa sempre la forza -sottolinea Benedetta di Salle, 23 anni di Genova-. Bracciano è davvero un campo difficile, con vento molto instabile. Ho sempre regatato sul mare e il lago lo devo interpretare ogni volta. Il nostro obiettivo è vincere il campionato. Siamo arrivate prime nel 2015 in Grecia e ancora a Balaton nel 2016 e ora in Danimarca abbiamo qualificato l’Italia alle olimpiadi. Gli atleti ad Aarhus come qui a Bracciano hanno un livello davvero molto elevato. Due campi di regata completamente diversi ma tecnicamente entrambi molto impegnativi”.

Ogni team ha i loro equilibri, i loro riti e le loro scaramanzie. E quello che si respira a Bracciano è una grande intesa fra le squadre mentre la partita è ancora tutta da giocare. “Il mondiale è apertissimo. Siamo ancora nella fase delle qualificazioni -afferma Giuseppe D’Amico presidente della Fiv regionale e giudice internazionale di questo campionato. Speriamo di concludere oggi il programma e poter dividere la flotta in ‘gold’ e ‘silver’ per avviarci agli ultimi giorni di regata e svolgere regolarmente la medal race. L’organizzazione ha rispettato tutte le aspettative nel migliore dei modi soddisfacendo tutti gli equipaggi , nonostante il meteo non usuale per questa stagione. Da domani sarà presente anche Francesco Ettorre, presidente della Fiv. “E’ davvero sorprendente il livello di preparazione degli equipaggi seppur formato da ragazzi molto giovani, il meteo sta infatti mettendo a dura prova la loro capacità interpretativa sul campo di regata ed evidenziando alcune belle future sorprese in diversi equipaggi”, conclude D’amico.

Sul posto il nucleo carabinieri subacquei di Roma con la motovedetta dei militari di Bracciano che vigilano sul regolare svolgimento della manifestazione e che in questi giorni di tempo instabile è intervenuta più volte con i gommoni a supportare gli equipaggi.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background