Trump, rispunta la storia del “figlio segreto”  

Scritto da il 24 agosto 2018

Trump, rispunta la storia del figlio segreto

(Afp)

Pubblicato il: 25/08/2018 15:15

Un nuovo scandalo potrebbe abbattersi sul presidente americano. L’impegno al silenzio firmato da un ex portiere della Trump Tower è stato sciolto e l’uomo può ora parlare della vicenda di un presunto figlio segreto che il capo della Casa Bianca avrebbe avuto con una colf. L’ex usciere, Dino Sajudin, aveva firmato il 15 novembre 2015 un contratto da 30mila dollari con la società American Media (Ami) per l’esclusiva sulla storia del figlio segreto.

Il pagamento era valido anche in caso di mancata pubblicazione, ma il contratto specificava che Sajudin avrebbe dovuto pagare un risarcimento di un milione di dollari se avesse parlato della vicenda o dell’accordo con l’Ami. A rivelare lo scioglimento dell’impegno è la Cnn, che cita l’avvocato di Sajudin e ha mostrato una copia del contratto.

Proprietario dell’Ami è David Pecker, l’editore di tabloid un tempo fedelissimo di Trump che ora ha deciso di collaborare con gli inquirenti. Fra i suoi giornali c’è anche il National Enquirer, che aveva stretto con la pornostar Stormy Daniel e l’ex modella di playboy Karen MCDougal accordi di esclusiva per insabbiare la storia delle loro relazioni con Trump. Emersa per la prima volta in aprile, la vicenda del ‘figlio segreto’ non ha finora avuto conferma. Ma il contratto rivelato dalla Cnn descrive ancora una volta una prassi di pagamento in cambio di silenzio su vicende potenzialmente imbarazzanti per Trump, che avveniva attraverso l’Ami.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background