Ponte Morandi, Ballio: “Si può ricostruire mantenendo tutti i piloni”  

Scritto da il 26 agosto 2018

Ponte Morandi, Ballio: Si può ricostruire mantenendo tutti i piloni

(Fotogramma)

Pubblicato il: 27/08/2018 17:45

Il ponte Morandi può essere ricostruito nel giro di due anni mantenendo tutti i piloni, anche quelli vicini al crollo. Giulio Ballio, già rettore del PoliMi e coordinatore del Comitato Scientifico della Società Stretto di Messina, non ha dubbi sulla strada da seguire per ricollegare al più presto l’arteria stradale che attraversa Genova.

”Una soluzione tipo Stretto Messina – spiega all’Adnkronos – con un ponte sospeso a campata unica richiederebbe tempi molto lunghi. In un caso come questo si potrebbe optare per una soluzione più tradizionale, mantenendo i piloni così come sono, demolendo soltanto la parte alta che ha ancora i tiranti e costruendo tranquillamente anche passando sopra le case”.

In sostanza si potrebbero ”mantenere i piloni a quota strada e su quei piloni che distano 200 metri realizzare tutta la parte viaria con un impalcato in acciaio. Un’opera forse più tradizionale, di meno impatto rispetto ad altre soluzioni ma comunque compatibile con tempi relativamente brevi di realizzazione”. E questo perché ”i piloni non risultano ammalorati quindi si possono salvare. Spesso si demolisce tutto per dimenticare, ma salvando i piloni si eviterebbe di partire daccapo con un’opera mastodontica e al tempo stesso venendo incontro alle esigenze della circolazione e dei genovesi”.

Certo se si vuole realizzare il tutto entro 24 mesi si deve derogare dalla prassi italiana. ”Ormai nel nostro Paese – spiega – siamo abituati che da quando si pensa a un progetto a quando si finisce passano anni. Il problema non è ingegneristico. Prima si deve decidere a chi dare il progetto, poi secondo il codice degli appalti si dovrebbe fare una gara internazionale, con tempi che si aggirano tra inizio progetto e assegnazione dell’opera sui 3-4 anni”. A meno di ”non avere un commissario con poteri di protezione civile che possa derogare da subito”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background