“Solo una donna in gara”, polemica al Lido  

Scritto da il 27 agosto 2018

Solo una donna in gara, polemica al Lido

(Fotogramma/Ipa)

Pubblicato il: 28/08/2018 15:42

La Mostra del cinema di Veneziarispecchia la cultura di maschilismo tossico dell’Italia“. E’ l’accusa lanciata in un articolo pubblicato su ‘Hollywood Reporter’, a firma di Ariston Anderson e Scott Roxborough, che mette sotto accusa gli organizzatori del Festival e la loro presunta incapacità di premiare il “talento femminile”. Citando una lettera che rivendica la parità di genere inviata dalle rappresentanti di diversi network europei femminili al presidente della Biennale Paolo Baratta, il sito statunitense osserva che, per il secondo anno consecutivo, compare solo una donna tra i 21 artisti in concorso, l’australiana Jennifer Kent, regista di ‘The Nightingale’.

Una scelta che, secondo la testata, “è una conseguenza naturale del vecchio modo di pensare italiano che si è testardamente rifiutato di cambiare con i tempi”. A conferma di questa teoria i giornalisti di ‘Hollywood Reporter’ citano il “limitato impatto sul mondo reale” che avrebbe avuto in Italia il movimento femminista #MeToo, secondo loro ora indebolito ancora di più a causa delle recenti accuse di molestie mosse contro una delle sue principali portavoce, Asia Argento.

Insomma, un duro attacco all’Italia, di cui la Mostra di Venezia sarebbe l’emblema, che ha suscitato la reazione dello stesso direttore del Festival Alberto Barbera. “Secondo Hollywood Reporter sarei un rappresentante della cultura italica condita di maschilismo tossico, perché ignoro il talento femminile avendo scelto per #Venezia75 film di registi uomini in base al nome e non alla loro qualità”, ha spiegato Barbera su Twitter, lamentando: “Non so se ridere o piangere“. Polemiche a parte, di certo il “talento femminile” non mancherà sul red carpet del Lido dove sfileranno numerose star internazionali, da Lady Gaga a Natalie Portman, da Dakota Johnson e Tilda Swinton, solo per citarne alcune. La lista delle dive attese in Laguna è lunga. E l’attesa sta per terminare.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background