Rapina stile Gomorra, la denuncia del pizzaiolo su Fb  

Scritto da il 30 agosto 2018

Rapina stile Gomorra, la denuncia del pizzaiolo su Fb

Pubblicato il: 31/08/2018 12:06

Lo hanno aspettato alla chiusura della sua pizzeria, lo hanno fatto inginocchiare e, minacciandolo con una pistola alla tempia, lo hanno costretto a consegnare l’intero incasso della serata. Vittima dell’agguato Diego Vitagliano, un giovane pizzaiolo di Napoli che ha voluto denunciare i fatti con un video pubblicato su Facebook in cui è ripreso il momento dell’aggressione. “Sembra una scena di Gomorra mentre invece è solo quello che stanotte mi è accaduto”, racconta.

Il suo locale 10 Diego Vitagliano Pizzeria aveva appena chiuso quando è scattato l’assalto. “Mi hanno messo in ginocchio con una pistola puntata alla testa per prendere l’incasso”, denuncia nel post a commento del video. Poi ammette: “Ho avuto paura, sì tanta paura, ma questo – assicura – non servirà a farmi odiare la mia città. Napoli è la mia vita e 10 – scrive a proposito del suo locale – è una realtà di Napoli”. Diego insomma non perde la speranza: “Domani – conclude – sarà un altro giorno pieno di sole”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Rapina stile Gomorra, la denuncia del pizzaiolo su Fb  

Scritto da il 30 agosto 2018

Rapina stile Gomorra, la denuncia del pizzaiolo su Fb

Pubblicato il: 31/08/2018 12:06

Lo hanno aspettato alla chiusura della sua pizzeria, lo hanno fatto inginocchiare e, minacciandolo con una pistola alla tempia, lo hanno costretto a consegnare l’intero incasso della serata. Vittima dell’agguato Diego Vitagliano, un giovane pizzaiolo di Napoli che ha voluto denunciare i fatti con un video pubblicato su Facebook in cui è ripreso il momento dell’aggressione. “Sembra una scena di Gomorra mentre invece è solo quello che stanotte mi è accaduto”, racconta.

Il suo locale 10 Diego Vitagliano Pizzeria aveva appena chiuso quando è scattato l’assalto. “Mi hanno messo in ginocchio con una pistola puntata alla testa per prendere l’incasso”, denuncia nel post a commento del video. Poi ammette: “Ho avuto paura, sì tanta paura, ma questo – assicura – non servirà a farmi odiare la mia città. Napoli è la mia vita e 10 – scrive a proposito del suo locale – è una realtà di Napoli”. Diego insomma non perde la speranza: “Domani – conclude – sarà un altro giorno pieno di sole”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background