Ponte Morandi, “no manomissioni in video Autostrade”  

Scritto da il 31 agosto 2018

Dalle verifiche effettuate non è emersa nessuna manomissione nell’interruzione del video delle telecamere autostradali poste su ponte Morandi nel giorno del crollo. Nessuna anomalia riscontrata negli accertamenti eseguiti dalla squadra mobile di Genova sul video, che si interrompe per un blackout. Secondo quanto emerso dall’esame della prima telecamera, quella fissata dal lato ponente e puntata sul viadotto, già dal mattino del 14 agosto, forse per via del maltempo, si erano verificati problemi di alimentazione alla cabina elettrica collegata alle telecamere.

Pochi istanti prima del crollo è stato riscontrato un abbassamento dell’alta tensione che ha fatto scattare il salvavita e interrotto le immagini che non sono ripartite. L’altra telecamera, sul lato est, era invece puntata sullo svincolo e solo successivamente, quando l’operatore si accorge del disastro, viene riorientata. La polizia ha diffuso in mattinata il video delle telecamere autostradali.

Dal video diffuso dalla polizia si vede il famoso tir Basko passare sul ponte. Poi, a causa di un temporaneo blackout, non si vede però il momento esatto in cui è avvenuto il disastro. Solo dopo il crollo, il sistema di videosorveglianza stringe sul luogo del disastro.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background