Scontri in Libia. Salvini: “Escludo interventi militari”  

Scritto da il 2 settembre 2018

Scontri in Libia: caos a Tripoli

Immagine di repertorio (Afp)

Pubblicato il: 03/09/2018 07:59

Si fa sempre più alta la tensione in Libia. Gli scontri tra milizie rivali a Tripoli hanno costretto il governo di Fayez al-Serraj, sostenuto dalle Nazioni Unite, a proclamare lo stato di emergenza. Circa 400 detenuti sono fuggiti da un carcere nei pressi della capitale libica, approfittando della confusione dovuta agli scontri.

“I detenuti sono riusciti a forzare l’apertura delle porte” e a fuggire dal carcere di Ain zara, ha riferito la polizia, secondo quanto riporta la Bbc. Molti dei detenuti del carcere di Ain Zara sarebbero sostenitori dell’ex leader libico Muammar Gheddafi, condannati per le violenze durante la rivolta del 2011.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background