“Profanata tomba di mia madre”, la rabbia di Montesano  

Scritto da il 9 settembre 2018

Profanata tomba di mia madre, la rabbia di Montesano

(Fotogramma)

Pubblicato il: 10/09/2018 20:17

“‘Profanare’ una tomba, violare il rispetto che si deve ai morti è una violenza atroce! Infrangere il legame di sentimenti e ricordi che ci lega ai mostri cari defunti rubando da una tomba penso sia offesa gravissima! Violare e offendere luoghi ai quali sono dovuti venerazione e rispetto non lo possiamo tollerare. Non possiamo tacere”. Enrico Montesano affida ai social un lungo sfogo dopo che la tomba della mamma, morta quando lui aveva appena 8 anni, è stata profanata al cimitero Verano di Roma.

La lapide della madre dell’attore romano, “un libro di marmo bello spesso fatto fare da mio padre con un pensiero come fosse stato scritto da noi”, racconta lui stesso su Facebook, è “stato ‘poggiato’ lì per 65 anni” fino a quando a qualcuno “è venuta voglia di trafugarlo per farne mercato”. “L’accaduto indica che oggi la situazione è al limite!! Che siamo al peggio del peggio”, lamenta Montesano, facendosi portavoce di “una battaglia sacrosanta a nome di tante cittadine e cittadini vittime di furti scippi e rapine nei cimiteri” della Capitale.

“Vorrei che una mobilitazione generale premesse su chi ha la responsabilità di tanto dissesto“, sostiene l’attore, “cosa aspettiamo a cacciare i cialtroni? A cancellare le concessioni, il commercio oscuro di tombe e loculi? – chiede polemico – Aspettiamo che crolli il Ponte e ci siano i morti per poi provvedere?? Qui i morti già ci sono..’sbrigateve’!”

“Basta rassegnazione! – aggiunge poi in un secondo post – I cittadini pagano ed hanno diritto ad avere sicurezza e servizi. Chi è pagato per svolgere certe mansioni le esegua, altrimenti ruba lo stipendio. Andrebbe sostituito, via i lavativi”. “Chi deve organizzare organizzi!!! – prosegue – Altrimenti a casa. Senza premi o liquidazioni”. Per poi concludere con un auspicio: “Che i nostri cimiteri, che sono luoghi sacri, ritornino ad essere tali, cioè luoghi di pace e di meditazione”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background