Polmonite da legionella, un morto  

Scritto da il 10 settembre 2018

Polmonite da legionella, un morto

Immagine d’archivio (FOTOGRAMMA)

Pubblicato il: 11/09/2018 11:45

Un decesso certo e 12 casi confermati di legionella in Lombardia. E’ questo l’ultimo bilancio accertato, come spiega Giulio Gallera, assessore lombardo al Welfare, nel corso del suo intervento in Consiglio regionale, sottolineando che “la legionella non si propaga bevendo acqua o per contagio tra persone: non c’è nessun motivo per chiudere le scuole” afferma, facendo il punto sull’allarme polmonite.

ZONE COLPITE – I Comuni interessati sono 70 nell’area di Brescia e Mantova, le persone ricoverate sono oltre 200 ma, precisa Gallera, “la curva epidemica è in calo; è stato un evento anomalo e particolare” che ha riguardato in particolare pazienti con oltre 60 anni di età o con quadri clinici compromessi.

ANALISI – Nessun giovane o bambino risulta colpito dalla polmonite. Sulle cause, evidenzia l’assessore, “non stiamo escludendo nulla”. Al momento, sottolinea, “stiamo lavorando con grande intensità, ma bisogna lasciare il tempo per fare le analisi mediche”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background