“Porta al Nord il meglio del Sud”, spot divide il web  

Scritto da il 10 settembre 2018

Porta al Nord il meglio del Sud, spot divide il web

(Post Facebook ‘Napoli Direzione Opposta’)

Pubblicato il: 11/09/2018 13:02

Una ragazza sorridente che, zaino in spalla, si appresta a salire su un bus. E la scritta che recita: “Porta al Nord il meglio del Sud“. E’ quanto mostra un manifesto di Busitalia, società di trasporto pubblico locale del Gruppo FS Italiane, finito nel mirino del web. A nulla è valso il sottotitolo, che offre bagagli gratuiti ai passeggeri. Nel giro di poche ore in Rete è esplosa la polemica contro lo spot bollato come “anti meridionale”. La prima a sollevare il ‘caso’ sui social è stata ‘Napoli Direzione Opposta’, organizzazione politica che raccoglie diversi collettivi partenopei, che su Facebook ha rilanciato la pubblicità del trasporto su gomma con tanto di affondo: “Vogliamo il diritto a restare, contro il vostro profitto sul nostro emigrare“.

Un monito condiviso da decine di utenti che, sempre via social, hanno lamentato “il razzismo del nord verso il sud”,”i luoghi comuni sui meridionali” e “il dramma dell’emigrazione” interpretato come “business”. Tra le voci più critiche anche quella di ‘Potere al Popolo’ che, in un lungo post su Facebook, denuncia la “sottile retorica antimeridionale e classista” che mostra il Sud Italia come “un enorme bacino da cui prendere risorse per farle fruttare altrove”.

Ma c’è anche chi, in barba alle polemiche, difende lo spot. “Potrebbe anche essere rivolto ai turisti, che scelgono il Sud per le loro vacanze e vogliono riportare a casa souvenir e specialità enogastronomiche. O no?”, osserva un utente, “Ma solo io ho collegato alla possibilità di portare un bagaglio in più con dentro taralli, mozzarelle, pane, vino e baba con le sfogliatelle?”, sostiene un altro. Secondo tanti internauti, infatti, Busitalia farebbe riferimento al cosiddetto “pacco da giù” riempito dai fuori sede con i prodotti tipici meridionali. Tanto che c’è anche chi, non sentendo ragioni, taglia corto: “Il messaggio del manifesto si riferiva ai ‘pacchi’ (generi alimentari inviati dai propri familiari) che ormai da decenni noi del sud riceviamo al nord e con cui deliziamo anche i nostri amici ‘polentoni'”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background