Cinema: Perugia capitale del doc, al via ‘PerSo’ tra film, concorsi e workshop  

Scritto da il 17 settembre 2018

Cinema: Perugia capitale del doc, al via 'PerSo' tra film, concorsi e workshop

Pubblicato il: 18/09/2018 15:13

Una città, quattro sale cinematografiche, undici giorni di festival ad ingresso gratuito, cinque categorie di concorsi, i Masterpiece (fuori concorso), oltre 60 titoli nazionali e internazionali in programmazione, ottto anteprime italiane e 18.000 euro di premi. Inoltre, laboratori, workshop, formazione per i giovani cineasti, finanziamento di nuove produzioni, incontri e match con finanziatori e addetti di produzione. Sono i numeri della IV edizione del ‘PerSo’ – Perugia Social Film Festival, di scena nel capoluogo umbro dal 20 al 30 settembre.

Una kermesse unica, capace di coinvolgere un’intera città, comprese strutture, persone e pezzi di comunità non sempre integrate. Uniche infatti sono le giurie composte dalle detenute e dai detenuti della Casa circondariale di Perugia-Capanne, così come la giuria dei richiedenti asilo oltre a quella del pubblico.

Nelle giurie ufficiali (quelle che assegnano i premi PerSo 2018) figurano Sérgio Tréfaut, cineasta brasiliano naturalizzato portoghese, vincitore del PerSo Film Festival 2017; Federica Di Giacomo, autrice di Liberami, Premio Orizzonti a Venezia 2016; Luciano Barisone, già direttore artistico del Festival dei Popoli e di Visions du Réel; Irene Dionisio, regista e diret-trice artistica del Lovers Film Festival di Torino.

Tra le proiezioni più attese quelle del Concorso internazionale per documentari in anteprima italiana (PerSo Award) che porterà a Perugia: “Muchos hijos, un mono y un castillo” di Gustavo Salmerón (Spagna, 2017, 90’), vincitore Premio Goya 2018; “D is for division” di Davis Simanis (2018 Lettonia/Repubblica Ceca, 89’); “Entre la ola y la roca”, opera prima di Manuel Logar (Spagna, 2017, 90’); “Hale county this morning, this evening” di Ra-Mell Ross (Usa, 2018, 76’).

E, ancora, “Hotel jugoslavija” di Nicolas Wagnières (Svizzera, 2017, 78’). E ancora: “Rabot” di Christina Vandekerckhove (Belgio, 2017, 70’); “Dreaming under capitalism” di Sophie Bruneau (Belgio, 2017, 63’) e “Spk komplex” di Gerd Kroske (Germania, 2018, 111’). Torna inoltre la retrospettiva dedicata al rapporto tra cinema e psiche che ogni anno si articola attorno a un focus di approfondimento psichiatrico.

L’edizione 2018 della sezione fuori concorso è dedicata ai quarant’anni della Legge Basaglia con la proiezione di un vero e proprio capolavoro cinematografico sulla tematica psichiatrica: “Matti da slegare”, film documentario del 1975 di Marco Bellocchio, Silvano Agosti, Sandro Petraglia, Stefano Rulli. Il film documenta la tesi di Franco Basaglia penetrando all’interno dell’Ospedale Psichiatrico di Colorno (Parma) e seguendo all’esterno alcuni dei ricoverati dimessi.

In collaborazione con la Regione Umbria nasce quest’anno il Premio “Clara Sereni” al miglior film a tematica psichiatrica. Un premio speciale, trasversale alle categorie in e fuori concorso, dedicato alla fondatrice della Fondazione La Città del Sole, scomparsa lo scorso 25 luglio. Concorreranno i film “Druzina” (sez. Masterpiece), “Rêver sous le capitalisme” (sez. PerSo Award), “Mon amour mon ami” (sez. Umbria in Celluloide), “Esercizi di cattiveria” (sez. Umbria in Celluloide).

Presidente del Festival è Giovanni Piperno, documentarista di grande esperienza, tra i più accreditati nel panorama italiano, vanta premi al Torino Film Festival, menzioni a Locarno, nomination ai David ed è vincitore di un Nastro D’argento. Stefano Rulli, tra i più premiati e apprezzati sceneggiatori e registi italiani (quattro David di Donatello) è il Presidente della Fondazione La Città del Sole-Onlus, organizzatrice del Festival.

La direzione artistica 2018 è targata PostModernissimo; l’evento ha il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Umbria, del Comune di Perugia, dell’Università degli Studi di Perugia, dell’Università per Stranieri di Perugia, del Miur – Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria, dell’A.Di.S.U., ed è organizzata con il sostegno di altri soggetti pubblici e privati.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background