Editoria: riparte Il Paese della Sera con ‘Enigma Italia’  

Scritto da il 17 settembre 2018

Riparte Il Paese della Sera con 'Enigma Italia'

Pubblicato il: 18/09/2018 15:52

Un cruciverba da risolvere con calma e abilità da esperti, così come i tanti interrogativi che occupano in questo autunno l’agenda politica e pubblica del nostro Paese. È con la copertina “Enigma Italia” che riparte il quindicinale Il Paese della Sera dopo la pausa estiva, in distribuzione gratuita fino al 30 settembre sui treni Italo.

Una nuova stagione di racconti e notizie, di riflessioni sui cambiamenti sociali e le risposte possibili alle incertezze e paure che ogni “viaggiatore” lungo lo stivale affronta quotidianamente.

Così come spiega nell’editoriale di apertura dal titolo “Basta applausi” il direttore responsabile Luca Mattiucci, “è necessario riflettere sull’unico vero valore che ha permesso alle nostre generazioni di non vivere guerre, paura, fame. I diritti. Gli stessi che senza il contrappeso del sopruso e della privazione hanno lasciato la libertà a generazioni intere di spingersi di nuovo a potersi immaginare razzisti, sopraffattori dei deboli, in virtù dell’egoistico diritto al benessere proprio prima di quello di chiunque altro”.

E dai diritti e la loro tutela nasce il Festival della Partecipazione dell’Aquila in programma a metà ottobre e promosso da ActionAid Italia e Cittadinanzattiva in collaborazione con Slow Food Italia presentato nel Primo Piano del giornale. La difesa dei diritti di tutti passa anche dall’innovazione della comunicazione, come nel caso della serie TV “Involontario” prodotta da Fondazione Cariplo e Officine Buone che sfata i vecchi stereotipi sulla solidarietà.

O come nell’analisi lanciata da Fondazione Bracco sulle Fondazioni d’impresa e del loro percorso di rinnovamento ed efficacia per portare benessere alle comunità più fragili. Nel primo numero del 2018 c’è anche il focus sulla sostenibilità con l’approfondimento a cura di AdnKronos Prometeo sulla moda etica del Progetto Quid. Il ricordo di Jerry Masslo, il bracciante sudafricano ucciso 29 anni fa nelle campagne di Villa Literno da alcuni rapinatori. E ancora la storia di Lorcan e Jessi, il bambino che ha ricominciato a parlare grazie all’affettuosa presenza della sua gatta.

E, inoltre, si aprono le candidature per la nuova avventura editoriale de Il Paese Sera, ‘cugino maggiore’ del quindicinale. Sui profili Facebook e Twitter @ilpaesesera verranno pubblicate le call per giornalisti, manager, progettisti, logisti, grafici, social media manager, esperti di segreteria, ragionieri ed esperti di marketing.

Il progetto sociale “Il Paese della Sera”, promuove l’inserimento lavorativo di ragazzi e ragazze italiani e migranti, in situazioni di disagio economico attraverso la distribuzione ogni mattina sui treni Italo a Milano e Napoli della omonima rivista. Un gruppo di giovani avviati a una nuova esperienza lavorativa e di integrazione sociale che permette loro di studiare e costruire un futuro diverso da quello che li aspettava.

Il progetto promosso dall’organizzazione WSC con la Comunità di Sant’Egidio è sostenuto da Italo Treno, Fondazione Bracco, Fondazione Cariplo, Fondazione Con il Sud insieme al media partner Adnkronos. La rivista è realizzata a titolo volontario da un team di giornalisti che porta al pubblico notizie sui temi dell’innovazione sociale, un racconto lontano dalla retorica e attento a quanti sono già impegnati a costruire le risposte ai vecchi e nuovi bisogni di chi vive alle prese con la fragilità.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background