Borse ok in attesa di Draghi, Milano +0,31%  

Scritto da il 18 settembre 2018

Borse ok in attesa di Draghi, Milano +0,31%

Pubblicato il: 19/09/2018 09:29

Avvio positivo per le piazze finanziarie del Vecchio Continente in attesa dell’intervento del presidente della Bce Mario Draghi nel pomeriggio da Berlino, dove parteciperà all’evento ‘Making Europe’s Economic Union Work’ e mentre prosegue la guerra commerciale tra Usa e Cina, con quest’ultima che predispone contromisure alle mosse varate da Washington. Intanto chiude in rialzo la piazza finanziaria di Tokyo con l’indice Nikkei 225 che avanza dell’1,08% a 23.672 punti. Positiva ieri Wall Street a fine giornata: il Dow Jones ha segnato un progresso dello 0,71% a 26,246 punti, il Nasdaq dello 0,76% a 7.956, mentre lo S&P 500 ha segnato un rialzo dello 0,54% a 2.904. La Banca centrale giapponese (Boj) ha deciso oggi di mantenere invariati i tassi di interesse e nel Sol Levante si registra nuovamente un deficit del commercio nel mese di agosto con un dato negativo per 444,6 milioni di yen.

Oggi giornata densa di indicazioni di carattere macroeconomico a partire dalla Gran Bretagna che diffonderà i dati relativi all’inflazione, l’indice dei prezzi alla produzione. Indicazioni anche dalla Germania con l’asta di bund tedeschi con scadenza a 10 anni. Pioggia di dati anche dagli Usa nel pomeriggio come le concessioni edilizie e i permessi di costruzione relativi al mese di agosto, oltre alla apertura di nuovi cantieri. E ancora, le scorte di greggio americane.

In questo scenario, Milano apre in rialzo con il Ftse Mib che segna un progresso dello 0,31% a 21.929, mentre l’All Share cresce dello 0,29% a 23.586; Parigi +0,22% a 5.375 e Londra +0,47% a 7.334. Francoforte avanza dello 0,26% a 12.188. Tra le blue chips in luce il comparto auto e affini in scia ai buoni risultati nel mese di agosto del settore in Europa: Fca segna +1,8%, Ferrari +0,98%, Brembo +0,85%. Positivo il settore bancario anche grazie allo spread tra Bund e Btp decennali che apre a 211 punti con un rendimento del 2,6%: Intesa Sp segna +0,9%, Mediobanca +0,65%, Ubi +0,59%. In calo Prysmian che cede il 2,48%, Atlantia -0,99% e Campari -0,34%.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background