Pena dimezzata per Corona 

Scritto da il 20 settembre 2018

Pena dimezzata per Corona

(FOTOGRAMMA)

Pubblicato il: 21/09/2018 16:00

Pena dimezzata. I giudici della Corte d’Appello di Milano hanno ridotto a sei mesi la pena per Fabrizio Corona per la vicenda degli oltre 2,6 milioni di euro trovati nel controsoffitto della casa della sua collaboratrice Francesca Persi e in due cassette di sicurezza in Austria. I giudici d’Appello della seconda sezione penale hanno riconosciuto le attenuanti equivalenti alle aggravanti e hanno disposto per Corona il dissequestro del denaro. In primo grado l’ex fotografo era stato condannato a un anno per l’illecito fiscale e assolto dall’accusa di intestazione fittizia di beni.

In parziale riforma della sentenza del giugno 2017, la Corte ha dimezzato la pena e disposto il dissequestro e la restituzione del denaro ancora sotto sequestro, “circa 50mila euro”, spiega il difensore Ivano Chiesa. Una sentenza a cui Corona ha reagito battendo i pugni sul tavolo, prima di dedicare “questa vittoria a mio figlio”. La condanna per la Persi è stata rideterminata in tre mesi; revocate per entrambi gli imputati le pene accessorie. Le motivazioni saranno rese note tra 90 giorni. “Non abbiamo vinto, abbiamo stravinto” commenta il difensore di Corona.

IL COMMENTO – “Quando è scoppiata quest’indagine, tutti voi mi avete dato del mafioso, di chi ricicla soldi sporchi della malavita. Mi sono fatto sei anni di galera e oggi mi danno sei mesi, giusto perché non potevano assolvermi e mi restituiscono anche gli ultimi soldi” sottolinea Corona a caldo. “Quando parlerete di me – dice rivolto ai giornalisti – fatevi tutti quanti un esame di coscienza. Dedico questa vittoria a mio figlio”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background