I dazi pesano sulle borse europee, Milano maglia nera con lo spread  

Scritto da il 23 settembre 2018

I dazi pesano sulle borse europee, Milano maglia nera con lo spread

Pubblicato il: 24/09/2018 18:18

Seduta negativa per le principali borse europee, dopo l’entrata in vigore dei nuovi dazi degli Stati Uniti su 200 miliardi di dollari di importazioni dalla Cina. In difficoltà sui listini europei sono in particolare i titoli dell’industria, dell’auto e delle materie prime. La fiammata del prezzo del petrolio, con il Wti a 72,5 dollari al barile e il Brent a 80,5 dollari, non è riuscita a riequilibrare la situazione. A fine giornata Londra segna un calo dello 0,42%, Francoforte dello 0,64% e Parigi dello 0,33%. Milano si aggiudica la maglia nera in Europa, con il Ftse Mib in flessione dello 0,91% a 21.339 punti. A pesare è stata anche l’impennata dello spread, balzato a 242 punti dopo le affermazioni di alcuni esponenti del governo sull’aumento del deficit in vista della definizione della manovra finanziaria.

Sull’indice principale della piazza milanese soffrono le banche e le utility, con Italgas che scivola del 2,45%. Male nel settore anche Terna (-1,86%), Snam (-1,61%), A2A (-1,46%) ed Enel (-1,36%). Fra i bancari Intesa Sanpaolo perde il 2,10% e Unicredit lo 0,85%, mentre è in controtendenza Bper, che sale dell’1,15%. Sull’All Share pesante Banca Carige, con un tonfo del 10,7%.

Colpite dalle vendite anche Prysmian (-2,37%) e Ferragamo (-2%). Cali oltre il punto percentuale per Leonardo, Atlantia, Moncler, Brembo, Tim e Campari. Eni cede lo 0,94% nel giorno dello stacco dell’acconto del dividendo 2019. Brilla invece Saipem (+3,61%) e chiudono in positivo anche Tenaris, Ferrari e Poste Italiane.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background