Kavanaugh a Corte Suprema, c’è il sì della Commissione  

Scritto da il 27 settembre 2018

Kavanaugh a Corte Suprema, c'è il sì della Commissione

(Afp)

Pubblicato il: 28/09/2018 21:21

Via libera dalla Commissione Giudiziaria del Senato di Washington alla candidatura di Brett Kavanaugh alla Corte Suprema. La Commissione ha votato con 11 voti a favore contro 10 per la candidatura del giudice accusato di aggressione sessuale da parte di tre donne. La parola passerà ora all’aula del Senato per il voto di conferma definitiva.

Il senatore repubblicano dell’Arizona, Jeff Flake, considerato l’ago della bilancia del voto in aula giudiziaria del Senato, ha votato a favore di Kavanaugh, ma ha chiesto il rinvio di una settimana del voto in aula per consentire al Fbi di svolgere una circoscritta indagine sulle accuse mosse contro il candidato alla poltrona di Justice. Una proposta approvata anche dalla senatrice repubblicana Lisa Murkowski (Alaska): “appoggio la richiesta di Flake di un’inchiesta – ha spiegato Murkowski – ma dovrà essere limitata nel tempo e nella portata”.

Senza Murkowski i repubblicani non hanno i voti necessari – la maggioranza è di 51 a 49 – per procedere in direzione del voto ignorando la richiesta di Flake. Sembrerebbe dunque che l’appuntamento in aula sia destinato ad essere rinviato fino al termine dell’indagine chiesta dal senatore dell’Arizona.

“Lascerò che sia il Senato a gestirlo. Prenderanno le loro decisioni. Faranno un buon lavoro” ha commentato il presidente americano Donald Trump con i cronisti che lo hanno interpellato sul voto e soprattutto sulla richiesta di Flake. Trump ha spiegato di aver seguito poco la commissione perché impegnato in un incontro con il presidente cileno.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background