Raid Macerata, Traini condannato a 12 anni  

Scritto da il 2 ottobre 2018

Raid Macerata, chiesti 12 anni per Traini

Pubblicato il: 03/10/2018 12:19

Scusate, ho sbagliato“. Lo ha detto Luca Traini, il ragazzo che il 3 febbraio scorso sparò a diversi migranti in un raid a Macerata in cui rimasero ferite sei persone, oggi in aula davanti alla Corte di Assise di Macerata, dove si svolge il processo con rito abbreviato a suo carico. Dopo le dichiarazioni spontanee di Traini in aula, questa mattina, la procura ha chiesto 12 anni di carcere per i reati di strage aggravata dall’odio razziale e porto abusivo d’arma. Il processo si svolge a porte chiuse.

“In carcere ho capito di aver sbagliato e che non esistono differenze tra neri e bianchi“, ha detto ancora Traini leggendo da un foglio. “Non provo nessun odio razziale”, ha continuato. “Volevo fare giustizia contro i pusher per il bombardamento di notizie sullo spaccio diffuso anche a causa dell’immigrazione: anche la mia ex fidanzata assumeva sostanze”, come Pamela Mastropietro, la ragazza romana fatta a pezzi e chiusa in due trolley abbandonati nella campagna di Macerata. Infine Traini ha chiarito di aver avuto “un’infanzia difficile” ma non sono né “matto” né “borderline”, ha detto.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background