Wall Street zavorra le borse: Milano -1,84%  

Scritto da il 10 ottobre 2018

Spread sopra 300

(Afp)

Pubblicato il: 11/10/2018 09:13

Nuova ondata di vendite sui mercati europei. La Borsa di Milano lascia sul terreno l’1,5% a 19.432 punti nei primi scambi, con industria e lusso ancora vittime di vendite a tutto spiano. Lo spread, intanto, è tornato a 303 punti, all’apertura dei mercati, dopo il restringimento di mercoledì 11 ottobre a 297 punti. Sul paniere del Ftse Mib, è Ferrari la maglia nera dell”avvio, con una calo del 3,7%. Tra i titoli, Saipem perde il 3,2%, Moncler il 2,2% e Azimut il 2,18%. Le banche sono tutte negative: Intesa SanPaolo cede l’1,3%.

Forti ribassi si registrano anche sulle altre piazze del Vecchio Continente: Londra cede l’1,3%, Parigi l’1,3% e Francoforte l’1%. Le perdite arrivano dopo il crollo delle asiatiche e di Wall Street, che ha chiuso con il Dow Jones in calo del 3,5% e con il Nasdaq in caduta libera (-4,08%). Il timore per i rialzi crescenti dei rendimenti dei Treasury americani e la prospettiva di un nuovo aumento dei tassi di interesse negli Usa sta spaventando gli investitori, che iniziano a riposizionarsi. La Borsa di Tokyo perde quasi il 4% e va ancora peggio alla Borsa di Shanghai, che amplia le perdite a fine seduta e archivia gli scambi in calo del 5,2% a 2.583 punti. L’indice Shenzhen è altrettanto in ribasso: perde il 6% a 7.524 punti. Gli indici americani hanno registrato il peggior crollo da febbraio: ieri, il presidente degli Usa Donald Trump ha bollato come “pazza” la Fed per la sua politica monetaria.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background