Scatto spread, Milano in rosso 

Scritto da il 11 ottobre 2018

Borse tentano il rimbalzo

Pubblicato il: 12/10/2018 09:39

Avvio positivo per le piazze finanziarie europee che tentano il rimbalzo dopo la chiusura pesante di ieri in scia all’andamento di Wall Street. La borsa newyorkese ha chiuso ieri negativa con il Dow Jones che ha ceduto il 2,13% a 25.052 punti, lo S&P 500 che ha perso il 2,06% a 2.728 punti, mentre il Nasdaq ha lasciato sul terreno l’1,25% a 7.329. Questa mattina dal Giappone l’indice guida di Tokyo ha terminato la seduta con un rialzo dello 0,46% a 22.694 punti e le piazze asiatiche sono tutte posizionate in positivo.

Diverse le indicazioni di natura macroeconomica in arrivo. In Germania l’indice dei prezzi al consumo risulta stabile (+0,4% a settembre, come da attese). Si attende ora il dato sulla produzione industriale di agosto della zona euro. Negli Stati Uniti, nel pomeriggio, verrà diffuso l’indice dei prezzi all’esportazione di settembre e quello all’importazione, oltre al sentiment dei consumatori e all’indice di fiducia del Michigan. In arrivo anche alcuni giudizi da parte delle agenzie di rating, in particolare di Moody’s sul rating sovrano americano.

In questo scenario, Francoforte, a 15 minuti dall’avvio delle negoziazioni, segna +1,22%, Parigi +1,08%, Londra +0,53%. A Milano il Ftse Mib registra un progresso dell’1,05% a 19.562 punti, mentre l’All Share avanza dell’1,09% a 21.549. In calo lo spread in avvio: il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi apre a 298 punti base con un rendimento del 3,5%.Tutto in verde il paniere delle blue chips milanesi. Svetta Bper Banca che avanza dell’1,75% a 3,6 euro, Banco Bpm +1,83%. Soldi sul comparto industriale con StMicroelectronics che cresce dell’1,87%, Pirelli +1,9%, Brembo +1,66&, Prismyan +1,59%. Bene il lusso con Ferragamo che guadagna l’1,6% e Moncler +1,69%.

Positiva Atlantia che segna +1,32% nel giorno della riunione del cda che dovrà valutare il dossier relativo alla maxi operazione di riassetto che dovrebbe portare la società alla guida della spagnola Abertis. In forte rialzo Banca Carige, che lavora alla esecuzione di iniziative di derisking e al rafforzamento patrimoniale. L’istituto segna +8,7% all’indomani del via libera alla formalizzazione dell’accordo con Bain capital Credit per la cessione di 400 milioni di Utp e all’emissione di un bond entro la fine dell’anno.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background