“Libro dei Fatti bestseller nonostante internet”  

Scritto da il 14 ottobre 2018

Libro dei Fatti bestseller nonostante internet

Pubblicato il: 15/10/2018 18:53

“Il ‘Libro dei Fatti‘ conferma il suo successo nonostante la sfida di Internet”. E’ quanto scrive oggi ‘Il Messaggero’, parlando del best seller edito da Adnkronos Libri che “contiene le informazioni sugli avvenimenti più importanti dell’anno precedente e offre al lettore una ricostruzione ragionata dell’attualità”. I motivi del suo successo, secondo il quotidiano romano, sarebbero essenzialmente due. “Il primo – spiega ‘Il Messaggero’ – è che nulla come questo almanacco ci dà la possibilità di sfogliare e cercare tutto quello che vogliamo in modo compatto e fruibile con uno sguardo complessivo e la possibilità di tenerlo in casa, in salotto o in cucina per consultare i suoi dati e le sue curiosità dedicate a molti aspetti della nostra vita. Con buona pace delle tante cronologie annuali disponibili in Internet”.

“Il secondo motivo – spiega ancora il quotidiano – viene da un’esperienza recente che ha condizionato profondamente tutti i professionisti del sapere e della comunicazione, cioè l’oscuramento delle pagine di Wikipedia, per protestare contro la legge sul copyright della Comunità Europea. E’ stato traumatico non disporre per settimane di una fonte ormai autorevole, anche se discussa e controversa, pari migliaia di volumi di una Enciclopedia Britannica, cui attingere per evitare imprecisioni o acquisire dati durante la stesura di testi di approfondimento. Proprio in questi casi – sottolinea ‘Il Messaggero’ – ci si rende conto come sia benvenuta la fatica che fa l’Adnkronos Libri per redigere questa raccolta enciclopedica. E si potrebbe ipotizzare che, in una fantascientifica catastrofe telematica, solo un collezionista annuale del Libro dei Fatti potrebbe continuare a garantirci la memoria storica e a scrivere articoli per un quotidiano. Evenienza affatto peregrina prevista da Umberto Eco nelle sue analisi della labilità dei vecchi e nuovi supporti informatici di registrazione dati. E se poi questo thesaurus di eventi è fatto in maniera così intrigante come il Libro dei Fatti 2018 allora il valore aggiunto è assicurato e pure la piacevolezza di sfogliare, conoscere, ricordare con curiosità sempre più crescente questa raccolta enciclopedica di notizie”.

“L’edizione appena uscita – spiega ancora ‘Il Messaggero – illustra il 2017 alternando sezioni fotografiche, quiz per tenere allenata la memoria, l’antologia del buonumore con una sfiziosa selezione dei fatti più curiosi dell’anno. In copertina Donald e Melania Trump, Valeria Bruni Tedeschi premiata per ‘La pazza gioia’ di Virzì, l’Hotel di Rigopiano coperto dalla valanga, la protesta per l’indipendenza catalana e Rigopiano coperto dalla valanga, la foto simbolo delle proteste per l’indipendenza catalana e poi, all’interno, la morte del criminale mafioso Totò Riina, la mancata qualificazione dell’Italia ai mondiali e l’addio al calcio di Totti”.

“Ad aprire il Libro dei Fatti 2018 – spiega ancora ‘Il Messaggero’ – l’intervento di Andrea Illy, presidente della Fondazione Altagamma, che preconizza la Health Age dove non si potrà più fare a meno della sostenibilità, tema cruciale, soprattutto in relazione alle divergenze sulle politiche climatiche in riferimento all’anno 2017 in cui ‘Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump firma un ordine esecutivo che rivede tutte le misure chiave del suo predecessore Barack Obama sul clima, il cosiddetto ‘Clean Power Plan’ che ha imposto, fra le altre restrizioni, una riduzione delle emissioni di CO2 alle centrali a carbone. ‘Così – ha affermato il presidente – si pone fine alla guerra contro il carbone!'”.

“Al tema della sostenibilità, in una sezione appositamente dedicata – prosegue ‘Il Messaggero’ – sono dedicati i contributi di Claudio Descalzi, amministratore delegato di ENI e Francesco Starace, amministratore delegato di Enel. Descalzi enfatizza l’emergenza da affrontare già nell’immediato futuro: ‘Chi vive nelle società più ricche consuma più di quello di cui ha bisogno, il triplo della media mondiale. Sprecando così oltre all’energia anche risorse – dall’acqua alle ricchezze del suolo, dall’abbigliamento al cibo alle plastiche agli apparecchi elettrici – e lasciandosi alle spalle e nei mari crescente scia di rifiuti’. E invoca un ‘approccio proattivo allo sviluppo…in una cornice condivisa sulla scia dell’accordo di Parigi sul clima e in linea con gli impegni collettivi per il raggiungimento degli Obiettivi per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (Sustainable development goals – SDGs)”.

“Starace – osserva ancora ‘Il Messaggero’ – si concentra sull’attualizzazione dei principi della ‘innovability’ e alle iniziative di Enel ‘a partire dall’Italia con il grande progetto Futur-e (riqualificazione di centrali in dismissione), il sostegno alla formazione professionale e imprenditoriale, l’introduzione di elementi di valutazione legati alla sostenibilità nelle gare per i contrattisti e il progetto ‘cantieri sostenibili’ per diffondere innovazione e best practices di economia circolare nella gestione dei cantieri. Questi sono solamente alcuni esempi di ‘Innovability’: un sodalizio che si sta dimostrando vincente e che sta aiutando Enel a consolidare la sua leadership nel mercato dell’energia”.

“La sezione speciale Alimentazione ci offre un calendario degli alimenti stagionali – osserva il quotidiano romano – Rimangono la zucca a ottobre, le cime di rapa a novembre, i carciofi a dicembre, ma potremmo anche programmare l’anno 2019 a partire da gennaio con il cavolo cappuccio e da febbraio con il topinambur anche detto rapa tedesca, carciofo di Gerusalemme, girasole del Canada, ‘tubero ancora poco diffuso sulle tavole italiane ma ottimo alleato del benessere. Il suo sapore dolce è dovuto all’alto contenuto della sostanza di cui è ricco e che ne fa un cibo particolarmente salutare: l’inulina, uno zucchero che nutre e rafforza la flora batterica migliorando le difese immunitarie’. E continuare poi con la cicoria a marzo, mese in cui impariamo a conoscere ‘il ‘caffè di cicoria’, utilizzato in epoche in cui procurarsi il caffè vero era più difficile, è ancora oggi usato da chi non gradisce gli effetti eccitanti della tradizionale tazzina ed è considerato utile a migliorare la concentrazione’; ad aprile con gli asparagi, ‘parenti di aglio e cipolla, hanno molte virtù utili alla salute. Prima tra tutte quella di mantenere bassa la pressione sanguigna – come gli altri ‘componenti della famiglia’ ma con meno controindicazioni ‘odorose’ – grazie al potere diuretico dovuto al contenuto di asparagina che permette di espellere il sodio in eccesso’. E divertirsi in cucina sintonizzandoci al meglio con i cicli della natura, scoprendo i vantaggi che la freschezza delle primizie offre al nostro organismo”.

“A questo proposito la sezione speciale sull’alimentazione può essere integrata al meglio con la sezione della salute – sottolinea ‘Il Messaggero’ – che contiene tabelle intriganti sullo stato dei cittadini italiani e del mondo, una intrigante cronometria dei vantaggi per chi smette di fumare da venti minuti dopo a 15 anni, che speriamo convinca molti indecisi ad abbandonare le sigarette, anche se sappiamo quanto sia psicologicamente difficile, come le dissonanze cognitive e le resistenze innescate ostacolino la realizzazione del desiderio di archiviare questo vizio. Ma forse sarà da stimolo piluccare con stupore le notizie sui record di longevità delle grandi celebrità (Kirk Douglas, compirà 103 anni il 9 dicembre, Lina Wertmuller ne ha compiuto 91 in agosto) e – conclude ‘Il Messaggero’ – a augurarci, anche eliminando il fumo dalle nostre vite, di poter leggere ancora moltissime edizioni del Libro dei Fatti per i prossimi lunghi anni”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background