Fico: “O si sta nel contratto o non si va avanti”  

Scritto da il 18 ottobre 2018

Fico: O si sta nel contratto o non si va avanti

Pubblicato il: 19/10/2018 13:45

“E’ giusto andare avanti esclusivamente nel contratto. Se non si va avanti nel contratto, non si può andare avanti”. Lo ha detto il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, a Napoli per un convegno organizzato dall’ Ospedale Evangelico Villa Betania, in merito alle ultime ore decisamente agitate all’interno del governo giallo-verde.

“Io penso che il Paese deve stare tranquillo – ha aggiunto – perché è nelle interlocuzioni normali di maggioranze e Governi che ci sia una discussione interna. Da questo punto di vista è sempre successo e sempre succederà”. Sabato “ci sarà il Consiglio dei ministri e si vedrà, ma lo ripeto: si agisce all’interno di un filo rosso e questo filo rosso è il contratto. Se fossimo stati uguali alla Lega ci saremmo candidati con la Lega, ma non lo siamo e dobbiamo agire all’interno del contratto”.

NIENTE CONDONO – Ad ogni modo, sul caso della ‘manina’ evocata dal vicepremier Luigi Di Maio, il presidente della Camera non avanza ipotesi. Cosa sia davvero successo, ha spiegato, “lo vedrà il Governo e lo vedranno i sottosegretari. Non è una questione che riguarda il presidente della Camera”. Dopodiché, ha assicurato Fico, “quando si arriverà a comprendere come sia andata la questione, sicuramente quel pezzo non può rimanere“.

LO SCUDO – “Condono? Il messaggio sarebbe devastante, perché dobbiamo essere più vicini a tutte quelle persone che in questi anni hanno pagato le tasse con sacrifici e l’hanno fatto fino in fondo, senza scorciatoie” ha detto. “Se ci sono delle persone in particolare difficoltà e vengono individuate particolari categorie – ha spiegato Fico – non c’è dubbio che si può dare una mano. Ma una cosa è uno scudo fiscale, far rientrare capitali dall’estero, un’altra è l’aiuto alle persone. Quindi giusto che ci sia il Consiglio dei Ministri e che si tengano dei punti fondamentali: giusto andare avanti esclusivamente nel contratto”.

SALVINI – “Salvini mi invita a fare il presidente della Camera? – ha aggiunto Fico – Se Salvini vuole parlare con me e vuole delle risposte, lo deve fare sui contenuti, non dicendo faccia il presidente della Camera o che assomiglia a Fini, di destra, o a Boldrini, di sinistra”. E ancora: “Salvini ha le idee un po’ confuse. Quello che dico io adesso è da istituzione, ma tutto il mio background appartiene soprattutto alla costruzione, alla nascita e alla crescita del Movimento 5 stelle. Forse – ha concluso Fico – non conosce bene il Movimento”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background