Renzi: “Paese rischia l’osso del collo”  

Scritto da il 18 ottobre 2018

Renzi: Paese rischia l'osso del collo

Immagine di repertorio

Pubblicato il: 19/10/2018 20:16

“Con la manovra del governo stiamo rischiando l’osso del collo. C’è un governo che manda il Paese a sbattere contro un muro“. E’ quanto ha detto l’ex premier Matteo Renzi nel corso di una conferenza stampa alla stazione Leopolda di Firenze con l’ex ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, per presentare una contro-manovra rispetto a quella presentata dal governo. “Noi diciamo al governo: fermatevi, siete ancora in tempo“, ha aggiunto Renzi, precisando che la presentazione della contro-manovra è “un servizio civile al Paese”. “Se il governo accettasse queste proposte, lo spread si dimezzerebbe immediatamente”, ha dichiarato Renzi. “Le frasi di ministri che dicono ‘quando lo spread arriverà a 400 vedremo” sono frasi da irresponsabili”, ha aggiunto Renzi. “Presentiamo qualcosa di più di una contromanovra”, ha risposto l’ex segretario dem ai cronisti che gli chiedevano quante contromanovre presentasse il Pd visto che ne è stata già illustrata una dal segretario Maurizio Martina. “A me piacerebbe che il problema fosse il Pd – ha risposto Renzi – Ma qui il problema è che c’è un governo che sta portando il Paese a sbattere contro un muro”. “I mercati si trovano in una situazione di grandissima incertezza nei confronti dell’Italia. Abbiamo sentito il bisogno come atto di responsabilità di presentare questa proposta che se fosse presa chiavi in mano, dico io, dimezzerebbe lo spread e abbasserebbe le tasse”, ha sostenuto Renzi. “È una proposta – ha spiegato Renzi – rivolta al Paese, che evidentemente è diversa da quella del governo”. “Se mi chiede se condivido le proposte del Pd già presentate, vi rispondo ‘tutte’. Qui non si tratta di fare la contromanovra del Pd, perché la Leopolda non è una sede del Pd. Qui ci sono due persone che hanno avuto la responsabilità del governo e quando è toccato a loro hanno cercato di tranquillizzare i mercati e ci sono riusciti con proposte serie. Il nostro è un atto di responsabilità verso il Paese che se fosse presa in seria considerazione dal governo dimezzerebbe lo spread e abbasserebbe le tasse – conclude -. Se il governo non accetterà queste proposte, come penso, il Pd darà battaglia in Parlamento”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background