Michael Moore: “Italiani non cadete nelle trappole”  

Scritto da il 19 ottobre 2018

“Ci sono tante cose che hanno reso grande il vostro paese negli anni. Perché non farlo ancora, invece che cadere nelle trappole. Noi negli Stati Uniti siamo caduti nelle trappole. Eravamo convinti che ci aiutasse dire “USA! USA!”, così avete fatto voi: “Prima gli italiani!’. È folle”.

A dirlo all’Adnkronos sul tappeto rosso dell’Auditorium, con un chiaro riferimento critico al governo Salvini, è il regista Michael Moore, oggi alla Festa del Cinema di Roma per presentare il suo ‘Farenheit 9/11’ sull’America dopo l’elezione di Donald Trump.

Dopo un attesissimo incontro col pubblico che ha registrato il pienone, stasera il regista statunitense ha solcato il red carpet per la prima del suo film in Selezione Ufficiale. E prima di dirigersi verso i fotografi riserva parole di affetto per il nostro paese, che ammette di amare moltissimo: “Adoro il cibo, è davvero pazzesco – dice- e poi la gente. Molto carina, amichevole”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background