Lucano: “Legalità? Anche i nazisti avevano leggi”  

Scritto da il 20 ottobre 2018

Lucano: Legalità? Anche i nazisti avevano leggi

Pubblicato il: 21/10/2018 21:41

“Anche le leggi del periodo nazista erano legalità ma è stato un dramma per l’umanità”. Così il sindaco sospeso di Riace, Mimmo Lucano, ospite di ‘Che tempo che fa’, risponde alla domanda se un amministratore può fare accoglienza rispettando le leggi. “Alle volte, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina significa che i pescatori devono rimanere a guardare la gente che annega senza fare niente”, sottolinea Lucano.

“Nessuno – aggiunge parlando dei migranti – può rimanere indifferente di fronte a qualcuno che chiede di essere aiutato”. Non ha mai pensato era meglio non farlo? “Sono giorni di amarezza ma non ho mai pensato questa cosa… Quando si ha un ideale, trovi dentro una forma di entusiasmo, si superano i momenti di sconforto. E poi il fiume di solidarietà è stato una cosa straordinaria”. Lucano spiega: “Voglio tornare a Riace il più presto possibile”. E adesso che il sistema Sprar è bloccato “possiamo tornare alle origini come i primi 4 anni, con i volontari”. “Non è possibile – insiste – che debba prevalere questa società della barbarie, il nostro sforzo è costruire una società dove non ci sono pregiudizi: incontrare un’altra persona dovrebbe essere sempre un orgoglio”.

“Le persone che sono arrivate a Riace sono tutti titolari di richiesta di asilo, non c’è nessuno fuorilegge – dice a chiare lettere – E anche il matrimonio di cui mi si accusa era regolare”. Alla domanda di Fabio Fazio sul dovere di un amministratore di rispettare la legge, “ho giurato sulla Costituzione italiana”, replica il sindaco sospeso di Riace che cita l’articolo 10 della Carta, quello che recita che l’ordinamento italiano ‘si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute’ e ‘la condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali’.

Lucano rivela poi che “la prima notte” dopo il provvedimento del divieto di risiedere a Riace “ho dormito in auto”. “Sono fiducioso che questo allontanamento duri il più breve tempo possibile”, è il suo auspicio.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background