Spread risale a 300 

Scritto da il 21 ottobre 2018

Spread risale a 300

Fotogramma

Pubblicato il: 22/10/2018 09:48

Lo spread tra Btp e Bund torna a quota 300. Dopo un’apertura a 286, il differenziale si attesta a 300 punti base con un rendimento del 3,46%, rispetto al 3,33% segnato in apertura.

Le Borse europee si muovono in territorio positivo, dopo la chiusura in rialzo di Tokyo (Nikkei +0,37%) e la vivacità delle piazze asiatiche (Shanghai +4,1%) per le misure di Pechino a sostegno dell’economia, con Milano che conquista la maglia rosa e snobba la bocciatura di Moody’s. Venerdì sera l’agenzia di rating ha declassato l’Italia, tagliando il rating da Baa2 a Baa3 con outlook stabile su debito elevato, appena un gradino sopra il livello dei titoli cosiddetti ‘spazzatura’.

A Piazza Affari balzo di Ferragamo +6,57% dopo la scomparsa di Wanda Ferragamo, moglie del fondatore della casa di moda, che riapre la speculazione sulla cessione del controllo del gruppo (sempre smentita dalla famiglia); corre Fca +4,30% a 14,02 euro dopo la vendita di Magneti Marelli ai giapponesi di Calsonic Kansei per 6,2 miliardi di euro, cifra superiore alle previsioni degli analisti. A guidare i rialzi tra i titoli finanziari è Bper +2,39%, seguito da Ubi Banca +2,36%; rialzi oltre i due punti percentuali per Banca Mediolanum, Intesa Sanpaolo e Banco Bpm. Banca Generali guadagna l’1,42% dopo aver formalizzato un’offerta vincolante – accettata da parte delle rispettive controparti – finalizzata all’acquisizione del 100% di Nextam Partners. Sulla parità, sul listino principale di Milano, i titoli Eni, Atlantia, Ferrari e Tenaris. Maglia nera per Recordai che lascia sul terreno lo 0,90%, mentre Luxottica cede lo 0,45%.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background