Borse positive in avvio, risale lo spread 

Scritto da il 23 ottobre 2018

Borse positive in avvio, risale lo spread

(AFP)

Pubblicato il: 24/10/2018 09:59

Avvio positivo per le piazze finanziarie europee che, dopo i primi scambi, si attestano tutte al rialzo: Parigi avanza dello 0,78% a 5.006 punti, Francoforte segna +0,32% a 11.310; Londra avanza dello 0,44% a 6.985. A Milano, all’indomani della bocciatura da parte della commissione europea della manovra e conseguente richiesta di rivedere il Documento programmatico di bilancio, il Ftse Mib registra un progresso dello 0,3% a 18.859 mentre l’All Share cresce dello 0,37% a 20.775. In calo il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi: lo spread, che aveva chiuso a 318 punti base, apre a 312 bp con un rendimento del 3,54%. Poi – a un’ora dall’avvio delle contrattazioni sul mercato obbligazionario – risale e si attesta alle 10 a 315 punti base con un rendimento del 3,55%.

Poi Piazza Affari inverte la rotta: alle 10:10 il Ftse Mib cede lo 0,12% a 18.781 punti, mentre l’All Share si attesta a 20.694 (-0,02%). In risalita lo spread che torna ai livelli della chiusura con un rendimento del 3,58%.

Chiusura in rosso per Wall Street con il Dow Jones che ha ceduto lo 0,5% a 25.191 punti, lo S&P 500 in flessione dello 0,55% a 2.740, mentre il Nasdaq ha segnato una flessione dello 0,42% a 7.437. Ha terminato invece le contrattazioni in rialzo questa mattina la piazza finanziaria di Tokyo con l’indice Nikkei 225 che ha chiuso a 22.091 punti segnando un progresso dello 0,37%.

Dalla Francia alcune indicazioni macroeconomiche: l’indice Pmi manifatturiero del mese di ottobre scede a 51,2 punti sotto le attese che indicavano 52,4 (52,5 a settembre) e l’indice dei direttori acquisti del terziario, quest’ultimo che batte le attese e sui attesta a 55,6 punti (54,7 atteso; 54,8 a settembre). Dalla Germania, in arrivo l’indice dei direttori acquisti del settore manifatturiero e dei servizi. Alle 10 verrà diffuso il saldo della bilancia commerciale tra Italia e paesi non Ue di settembre, mentre dalla zona euro l’indice Pmi manifatturieri, l’indice composito servizi e l’indice dei direttori acquisti del settore servizi. Diverse indicazioni market mover dagli Usa nel pomeriggio: tra i più rilevanti, l’indice dei direttori acquisti del manifatturiero e del terziario di ottobre, l’indice Markit Pmi composito, vendita di nuove abitazioni a settembre. E ancora le scorte di greggio, mentre dal Canada è attesa la decisione della Boc sul tasso di interesse oltre al rapporto sulla politica monetaria.

Tra le società a maggiore capitalizzazione, vola Saipem (+4,58%) dopo la presentazione dei conti dei primi 9 mesi dell’anno superiori alle attese degli analisti. la società ha anche confermato le guidance per il 2018. In forte rialzo anche Moncler, in attesa dei conti che verranno diffusi oggi a mercati chiusi (+3,11%), e Salvatore Ferragamo (+1,7%). In generale tutto il lusso è in verde: Luxottica +1,49%; Brunello Cucinelli +1,75%; Tod’s +1,15%. Solo Aeffe cede l’1,31%. Soldi anche su Pirelli (+1,74%), Ferrari (+1,73%), Fca (+1,34%). Negativa StMicorelectronics dopo i conti (-3,22%) e in generale il comparto bancario: Ubi -1,17%, Bper -0,97%, Mediobanca -0,83%, banco Bpm -0,77%, Unicredit -0,62%, Intesa Sp -0,37%.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background