“Sciacallo”, Salvini contestato a San Lorenzo  

Scritto da il 23 ottobre 2018

Sciacallo, Salvini contestato a San Lorenzo

(Afp)

Pubblicato il: 24/10/2018 13:06

Salvini contestato a San Lorenzo. Una folla di residenti, femministe e giovani dei centri sociali al grido di ‘sciacallo sciacallo’ e ‘fuori Salvini dai quartieri’ ha ostacolato l’arrivo del ministro dell’Interno a via dei Lucani, nel quartiere romano dove si è recato per visitare lo stabile in cui è stato trovato il corpo di Desirée Mariottini.

Ad accoglierlo striscioni delle donne del movimento ‘Non una di meno’: ‘Salvini specula sulle tragedie. San Lorenzo non è la tua passerella elettorale’, uno degli slogan scritti sugli striscioni, assieme a ‘Le strade sicure le fanno le donne che le attraversano’. Tra la folla sventola anche una bandiera Tricolore dell’Anpi.

FISCHI E APPLAUSI – Salvini ha poi lasciato via dei Lucani per motivi di sicurezza, in seguito ai numerosi residenti che lo hanno contestato. Ma, hanno riferito fonti del Viminale, “il ministro non ha rinunciato alla visita nell’immobile”, “semplicemente non poteva fare altro visto che l’edificio è sotto sequestro. Nessun cambio di programma”.

”Provo tristezza per i ragazzotti dei centri sociali che preferiscono gli spacciatori alla polizia. Loro, e chi la pensa come loro, avranno la nostra attenzione” ha detto il ministro dell’Interno. ”Avevo una rosa rossa in macchina che avrei voluto portare se questi imbecilli fossero stati altrove” ha aggiunto il vicepremier che, rivolgendosi ad altri presenti che invece lo hanno acclamato – e, tra questi, molti cittadini che lo hanno accompagnato al grido di ‘Salvini siamo con te’ – ha comunque assicurato: “Torno per parlare con voi” e “da ministro mi impegno a tornare con la ruspa”.

RAGGI – “La Lega Nord probabilmente non conosce Roma. Non c’è solo San Lorenzo come quartiere difficile” ha detto in mattinata la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a margine del comitato provinciale ordine e sicurezza. “Abbiamo quartieri più periferici come San Basilio, Tor Bella Monaca e Corviale, o anche meno periferici come Centocelle in cui è necessario che l’azione dello Stato sia più incisiva. Servono più forze dell’ordine, accompagnerò io stessa il ministro a conoscere Roma in modo che si possa passare finalmente dalle parole ai fatti”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background