“Stefano tumefatto”, parla il vicino di cella di Cucchi  

Scritto da il 23 ottobre 2018

Stefano tumefatto, parla il vicino di cella di Cucchi

Fotogramma

Pubblicato il: 24/10/2018 13:07

“Stefano era tutto nero, tumefatto, in faccia e sulla schiena, gli abbiamo dato una sigaretta. Aveva freddo gli abbiamo fatto una tazza di latte caldo”. A parlare è Pasquale Capponi, ex detenuto e vicino di cella di Stefano Cucchi a Regina Coeli, sentito come testimone nel processo sulla morte del geometra 31enne che vede imputati cinque carabinieri a vario titolo per omicidio preterintenzionale, calunnia e falso. Capponi riferisce quanto gli disse un altro detenuto, il tunisino Alaya Tarek, che aveva parlato con Cucchi in cella. “A lui – ha aggiunto – Stefano disse che erano stati i carabinieri a ridurlo così”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background