‘Tu-Tratti umani’, nasce gruppo Fb dei delusi della politica  

Scritto da il 23 ottobre 2018

'Tu-Tratti umani', nasce gruppo Fb dei delusi della politica

Pubblicato il: 24/10/2018 12:39

Da un post sui vaccini ad un gruppo su facebook che in poco più di un mese conta già oltre 4mila e 600 iscritti, tra i quali il giornalista Sebastiano Messina e il sindaco di Riace Mimmo Lucano. Una piazza virtuale che si sta già trasformando in incontri dal vivo in giro per l’Italia. Nasce così “TU! Tratti Umani”, un’aggregazione spontanea di cittadini democratici di ogni ideologia uniti dall’adesione ai valori della Costituzione Repubblicana che intende fare pressione sui partiti istituzionali della sinistra.

Fondatore del gruppo è Claudio Puoti, già primario di medicina interna, che ad agosto in un post sui vaccini accusava i 5S di mettere a rischio la salute dei bambini immunodepressi, tra cui la sua nipotina. Un post che con 11mila condivisioni, 1500 commenti e 16mila contatti, ha attirato l’attenzione di tutti i media nazionali, arrivando anche a sollecitare la risposta di Paola Taverna, vicepresidente del Senato, chiamata in causa per alcune sue esternazioni sul tema.

Da questa lettera personale “ma anche scientifica dai risvolti sicuramente politici”, Puoti, come racconta all’Adnkronos, inizia ad instaurare un dialogo con centinaia di persone. Dai vaccini, racconta Puoti, “il discorso si allarga alla situazione del paese e mi rendo subito conto del quadro di depressione e avvilimento. Inizio così un dialogo sulla mia pagina personale che diventa una camera di compensazione” per tutti coloro che non si riconoscono nell’attuale scenario politico.

Dopo il post sui vaccini, Puoti pubblica un suo personale ricordo sui fatti di Praga del 1968 e poi un colloquio surreale dall’aldilà tra Palmiro Togliatti, primo segretario del PCI, e Pietro Secchia, storico rappresentante dell’ala leninista filosovietica del PCI che commentano l’attuale situazione politica.

Infine, la pubblicazione del suo diario di bordo delle missioni con la Marina Militare come medico volontario della Fondazione umanitaria Rava diventato anche uno spettacolo teatrale già andato in scena al teatro di Vignola: “il mio piccolo omaggio alla Marina Militare, alla Fondazione Rava, a tutti i miei amici, e soprattutto a tutti quelli che riposano per sempre in fondo al cimitero d’acqua del Mediterraneo” scrive su fb.

Queste attività social mettono Puoti al centro di un dibattito politico sempre più ampio, tanto che il medico romano il 3 settembre lancia un sondaggio su facebook sulla possibilità di creare un gruppo di pressione politica: il 96% risponde sì e il 14 settembre nasce TU! “Adesso – racconta Puoti – siamo più di 4 mila e 600 persone solo su facebook. Cittadini democratici che credono nei valori della costituzione repubblicana e non si riconoscono in questo governo e temono la situazione attuale”.

Sono 10 i requisiti per aderire al gruppo: adesione ai valori della Costituzione Repubblicana; antifascismo; antirazzismo; rifiuto di ogni integralismo e di ogni fobia; solidarietà; umanità; tolleranza ma non timidezza; lealtà e sincerità; ottimismo della volontà; entusiasmo e passione.

Nel gruppo a fare da collante anche un forte europeismo: “Crediamo in un’Europa Unita e solidale, delle genti e non delle banche” scrive Puoti nella dichiarazione di intenti e aggiunge: “siamo qui per fare Politica nel senso più alto, nobile e puro, indipendentemente dall’appartenenza di partito. Siamo qui per lasciare il testimone alle generazioni più giovani, perché quelli che verranno dopo di noi possano di nuovo vivere in un Paese libero, democratico, civile, felice”.

Dalla piazza virtuale in poco più di un mese la conversazione si è già spostata nelle piazze reali: “ci sono stati incontri a Pescara, Roma, Catania, Modena e Torino”. TU! però, spiega Puoti, “non è un partito e non vuole diventarlo. Siamo gente comune, non sappiamo fare politica ma siamo sinceramente preoccupati degli attuali scenari politici”.

Per questo, “stiamo creando delle aree di studio, dove poter sfruttare ognuno le proprie competenze. I documenti che verranno redatti, sui diversi temi, rappresenteranno la line del gruppo che con il tempo intendiamo strutturare maggiormente anche con una segreteria”.

L’obiettivo, spiega Puoti, “è creare un gruppo di pressione sui partiti istituzionali della sinistra affinché si possa trovare un soggetto politico unico che si presenti alle europee più vicino alle persone di quanto sia stato fatto in questi ultimi anni”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background