Allerta maltempo, regione per regione  

Scritto da il 26 ottobre 2018

Allerta maltempo, regione per regione

Foto di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 27/10/2018 15:36

E’ allarme maltempo in Italia. Come si legge sul sito della Protezione civile “una perturbazione di origine atlantica, posizionata sulla penisola iberica, farà confluire, sulla nostra Penisola, correnti meridionali instabili che determineranno piogge diffuse e persistenti e un deciso aumento della ventilazione da sud”. Ecco nel dettaglio le previsioni, regione per regione.

ALLERTA ROSSA in Veneto – Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per oggi allerta rossa sui bacini del Piave in Veneto. Sul sito del Centro meteorologico dell’Arpa Veneto si legge che da sabato a martedì mattina ci saranno precipitazioni estese sulle zone centro settentrionali; in montagna e sulla pedemontana i quantitativi saranno in genere abbondanti o molto abbondanti nelle singole giornate e particolarmente elevati come dato complessivo (massimi anche di 250-350mm, localmente oltre i 400mm). Venti meridionali, forti/molto forti in quota, tesi/forti su pianura orientale e costa. Domenica l’intenso flusso di Scirocco provocherà il fenomeno dell’acqua alta a Venezia: domani alle 12.05 sarà prevista una punta massima di 115 centimetri. Il superamento della soglia dei 110 centimetri è previsto già dalle 10.30, mentre il rientro della marea sotto i 110 centimetri avverrà tre ore dopo.

ALLERTA ARANCIONE – In Lombardia sono attese precipitazioni abbondanti sui rilievi alpini e prealpini, mentre sulla Pianura le precipitazioni presentano un carattere più sparso ed intermittente, in intensificazione tra la sera di sabato e la mattina di domenica e poi di nuovo tra domenica e lunedì. Sempre in Pianura, ventilazione moderata o, soprattutto lunedì, a tratti forte. Martedì temporaneo miglioramento, con precipitazioni assenti in Pianura a partire dalla mattinata, ma mercoledì è atteso un nuovo peggioramento a partire dai settori occidentali.

In Emilia Romagna sono previste oggi precipitazioni diffuse e persistenti inizialmente sul settore centro-occidentale in estensione al restante territorio nel corso della giornata. Sui rilievi appenninici centro-occidentali le precipitazioni risulteranno anche a carattere temporalesco, localmente molto intense e di tipo organizzato. La ventilazione risulterà molto forte sino a burrasca, con valori medi attorno ai 80 Km/h e raffiche di intensità superiore, sulle aree montane e pedecollinari. Sulla pianura romagnola, fascia costiera e mare i venti saranno molto forti con valori medi attorno ai 70 Km/h e valori di raffica superiori. Fenomeni in intensificazione a partire dalle ore serali di oggi.

In Trentino, si legge su meteotrentino.it, oggi precipitazioni estese e intense dal pomeriggio, con limite della neve a 2500 m, in calo a 2000 m circa nelle fasi più intense. Domenica ancora precipitazioni diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio, nevose mediamente oltre i 2000 m circa, localmente a quote inferiori specie sui settori occidentali. Lunedì molto nuvoloso o coperto con precipitazioni intense diffuse, specie al pomeriggio sera, anche a carattere di forte rovescio o temporale, con limite della neve localmente in calo a 1800 m; forti venti meridionali al pomeriggio e in serata. Martedì precipitazioni in esaurimento. In Alto Adige spiega altoadige.it con il passare delle ore le precipitazioni assumeranno carattere diffuso interessando tutto il territorio. In serata i fenomeni saranno di forte intensità. Le precipitazioni saranno complessivamente più abbondanti in particolare sulla Val Passiria, mentre risulteranno meno copiose sulla Pusteria. Limite della neve generalmente tra 2200 e 2500 m di quota, sulla cresta di confine anche a quote inferiori. Per domenica sono ancora previste piogge abbondanti, soprattutto fra la Val d’Ultimo e la Val Passiria. Tratti senza precipitazioni si avranno durante la notte tra domenica e lunedì. Limite della neve fra 2200 e 2500 m. Nella giornata di lunedì i fenomeni riprenderanno, anche con forte intensità in serata. Limite della neve tra 2500 e 2700 m, nella notte in discesa a 2000. Durante la giornata di martedì si assisterà ad un miglioramento del tempo.

”L’Agenzia Regionale di protezione civile della Regione Lazio ha emesso l’allertamento del sistema di protezione civile su tutto il territorio regionale con un codice di criticità idraulica ed idrogeologica ‘arancione’ dalla mezzanotte di oggi e per 24-36 ore. I modelli previsionali preannunciano precipitazioni molto intense su tutta la regione dalle prime ore di domani con probabile intensificazione nella giornata di lunedì”. La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo valevole a partire dalle 6 di domani mattina sull’intero territorio regionale. In particolare, le precipitazioni più abbondanti con previsioni di impatto al suolo tali da determinare una criticità di idrogeologica di colore arancione sono attese sulla zona 2, in cui ricadono il Matese e l’Alto Volturno. Sulla restante parte della regione, l’allerta è di colore giallo. Le precipitazioni in tutto il territorio regionale saranno sparse, anche a carattere di moderato o forte rovescio o temporale. Il vento spirerà forte meridionale con raffiche nei temporali, il mare si presenterà agitato con mareggiate possibili lungo le coste esposte. La Protezione civile della Campania raccomanda “alle autorità competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni previsti, anche in linea con i rispettivi piani comunali di protezione civile”. Il Centro funzionale e la Sala operativa della Regione Campania seguiranno l’evolversi dei fenomeni.

a Protezione regionale della Puglia lancia dalla mezzanotte di domenica e per le successive 24-36 ore un’allerta arancione per il vento forte e un’allerta gialla per temporali e rischio idrogeologico localizzato su tutta la regione. Si prevedono a partire dalle prime ore di domani venti da forti a burrasca dai quadranti meridionali, con rinforzi di burrasca forte e mareggiate lungo le coste esposte. Precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, interesseranno la Puglia meridionale, con quantitativi cumulati moderati o puntualmente elevati; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. La Sezione Protezione Civile invita ad attenersi alle norme di autoprotezione.

Maltempo in arrivo sulla Sicilia. La Protezione civile ha diffuso un’allerta meteo arancione per la giornata di domani sia per il rischio idrogeologico, sia per il rischio idraulico su tutta l’Isola. Si prevedono precipitazioni “diffuse e persistenti, localmente a carattere di rovescio o temporale, su settore ionico della Sicilia nord-orientale, con quantitativi cumulati da elevati a molto elevati; sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia occidentale e centro-meridionale, con quantitativi cumulati moderati o puntualmente elevati; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto dell’Isola, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati”.

ALLERTA GIALLA si segnala su Lazio, Umbria, su alcuni settori di Toscana e Abruzzo e, risalendo la Penisola, su Liguria, parte del Piemonte, della Lombardia, del Friuli Venezia Giulia e sui restanti bacini del Veneto. L’Arpa del FVG informa di piogge moderate sulla bassa pianura per oggi, abbondanti sull’alta pianura, intense sulla zona montana, localmente molto intense sulle Prealpi. Possibili temporali. Soffierà Scirocco da moderato a sostenuto. Domani piogge in genere da abbondanti ad intense, anche temporalesche, probabilmente molto intense e persistenti sulla fascia pedemontana e sulla zona montana. Su bassa pianura e costa piogge più attenuate ed intermittenti. Soffierà Scirocco sostenuto su tutte le zone con qualche raffica superiori ai 70 km orari e probabili mareggiate sulla costa, dove potrebbero esserci anche delle fasi di acqua alta. E’ già iniziata nella notte la prevista, lunga fase di maltempo sulla Liguria. Oggi (fonte Arpa) precipitazioni diffuse in intensificazione la sera quando saranno possibili fenomeni persistenti e di forte intensità. Possibili rovesci o temporali forti con probabilità in aumento dal pomeriggio. Venti molto forti. Domani precipitazioni diffuse e persistenti anche di forte intensità in temporanea e parziale attenuazione dalle ore centrali. Possibili rovesci o temporali forti soprattutto al mattino. Nuova intensificazione dei fenomeni dal pomeriggio/sera. Venti sempre forti. Lunedì ancora piogge diffuse con cumulate elevate su tutte le zone e precipitazioni anche forti. Possibili forti temporali o rovesci; non si escludono fenomeni organizzati e persistenti. Venti in rinforzo da Sudest fino a forti e rafficati; mareggiate sulle coste.

In Piemonte (fonte Arpa) l’intenso flusso di correnti umide meridionali tenderà a intensificare le precipitazioni dalla serata odierna sulle zone settentrionali della regione, tra verbano, biellese e vercellese. Le piogge si estenderanno da domani pomeriggio sull’intero settore nord-occidentale, colpendo in particolare le zone pedemontane. Temporali in transito dalla Liguria determinano forti precipitazioni a carattere più localizzato sulle zone appenniniche dell’alessandrino. I fenomeni sono accompagnati da venti forti da sud sulla fascia orientale della regione. La quota neve è generalmente al di sopra dei 2100 -2300 m. Le condizioni di maltempo si protrarranno nei prossimi giorni, con particolare intensità nella giornata di lunedì. Sono possibili locali allagamenti e isolate frane superficiali, in particolare con il persistere delle precipitazioni. Sulle zone meridionali il vento forte potrà determinare anche caduta di alberi, danni alle coperture e disagi alla viabilità. Incrementi dei corsi d’acqua del reticolo idrografico minore sono attesi sul settore settentrionale in corrispondenza delle precipitazioni più intense. I livelli idrometrici del reticolo idrografico principale di verbano, vercellese, biellese e torinese potranno aumentare a partire dalla notte tra domenica e lunedì. Si consiglia di prestare la massima attenzione negli spostamenti e di seguire l’evoluzione meteorologica.

In Toscana il maltempo più consistente parrebbe, per il momento, concentrarsi tra la sera di domenica e lunedì, con piogge abbondanti e venti forti. Le temperature rimarranno stabili su valori attorno alla norma. In Umbria le piogge, secondo cfumbria.it, si verificheranno in particolare nella seconda parte della giornata a partire dalle zone meridionali della regione. Venti: deboli o moderati meridionali. Occasionali raffiche forti. Temperature: stazionarie o in lieve aumento. Domenica molto nuvoloso con piogge anche abbondanti. Possibili forti raffiche di vento con temperature massime in calo. Forti raffiche di vento si registreranno in Abruzzo oggi con forti addensamenti su Marsica, Aquilano e Alto Sangro dove non si escludono precipitazioni scrive abruzzometeo.org. Ancora vento forte (prima Scirocco poi Libeccio con raffiche suiperiori a 70/90 km/h) e rovesci domenica sempre sulle stesse tre zone, con possibile sconfinamento verso il settore orientale. Lunedì è attesa una nuova e intensa perturbazione di origine atlantica.

In Molise l’alta pressione comincia a perdere energia specie sul lato occidentale della regione. Sole alternato a nubi piuttosto frequenti ma in un contesto generalmente asciutto spiega meteoinmolise.com. Dalla serata di oggi tendenza a peggioramento con rovesci sparsi da ovest in estensione ad est. Temperature in lieve rialzo nei valori minimi. Ventilazione in rinforzo dai quadranti sud-orientali con scirocco moderato. Domani nuvoloso o molto nuvoloso su centro-ovest Molise con precipitazioni frequenti e forti sul Matese e mainarde. Da parzialmente nuvoloso a irregolarmente nuvoloso sul resto della regione con tendenza a piogge. Nel pomeriggio instabilità elevata, con piogge anche di moderata o forte intensità. Ventilazione ancora meridionale. Lieve calo delle temperature.

Per il resto delle regioni la situazione non desta particolare preoccupazione. In Valle d’Aosta ci saranno precipitazioni tra domani e dopodomani, più intense. In Basilicata sole e temporali si alterneranno. In Calabria condizioni di spiccata variabilità con addensamenti più intensi sabato lungo i principali rilievi di Aspromonte, Serre, Sila Piccola e Pollino, dove saranno possibili rovesci, localmente anche a carattere temporalesco si legge su meteoincalabria.it. Possibili piogge tra deboli e moderate sui litorali e versanti ionici dal reggino al crotonese e su alto tirreno cosentino, nuvolosità sparse ma senza fenomeni di rilievo altrove. Temperatura, in locale diminuzione nei valori massimi dove insisterà la maggior copertura nuvolosa. Meteo in peggioramento anche in Sardegna con accentuazione del vento e aumento della nuvolosità. I primi scrosci d’acqua arriveranno nella notte tra oggi e domani quando potrebbero verificarsi anche piogge a carattere temporalesco. Ma lunedì dovrebbe essere la giornata peggiore.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background