Russia, esplosione ai servizi segreti  

Scritto da il 30 ottobre 2018

Russia, esplosione ai servizi segreti

Immagine d’archivio (FOTOGRAMMA/IPA)

Pubblicato il: 31/10/2018 09:53

E’ di un morto e tre feriti il bilancio di un’esplosione avvenuta all’ingresso della sede dei servizi di sicurezza della Federazione russa Fsb (erede del Kgb sovietico) nella regione di Arkhangelsk, nel nordovest della Russia. A renderlo noto è stato il governatore, Igor Orlov.

“Tre persone sono ricoverate in ospedale – ha dichiarato – una è rimasta uccisa”. La vittima è un 17enne che era riuscito a portare l’esplosivo – poi deflagrato – all’ingresso degli uffici Fsb. Le tre persone ferite sono dipendenti dell’Agenzia. L’esplosione è avvenuta alle 8.52 (ora di Mosca, le 6.52 in Italia) quando il ragazzo, di Arkhangeks, ha estratto l’ordigno dalla sua borsa.

Il 17enne avrebbe anticipato la sua azione su Telegram, con un messaggio pubblicato pochi minuti prima di farsi esplodere, denunciando di essere stufo dell’Fsb che “tortura la gente”. L’attentatore sarebbe un anarchico. “E’ il primo attentato suicida portato a termine non da un jihadista”, ha detto Andrei Soldatov, esperto di intelligence in Russia. Il 17enne sarebbe uno studente di un istituto tecnico, scrivono i media russi. La Commissione inquirente ha aperto un’inchiesta e diffuso una foto su Twitter. Le autorità hanno rafforzato le misure di sicurezza in tutti gli uffici pubblici.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background