“Solo promesse”, vittime Salvabanche contro il governo  

Pubblicato da in data 2 Novembre 2018

Solo promesse, vittime Salvabanche contro il governo

(Foto di repertorio/Fotogramma)

Pubblicato il: 03/11/2018 11:52

“Niente di diverso da quello che ha fatto e che ha detto il Pd”. Così l’Associazione Vittime del Salvabanche attacca il governo Conte sulla questione dei rimborsi agli azionisti. “Hanno preso un sacco di voti promettendo che avrebbero ridato a tutti, indistintamente, l’intero ammontare del loro investimento perduto, e finalmente, dopo mesi di chiacchiere e slogan, arriva la norma di legge del governo M5S-Lega, sui rimborsi. Un rimborso parziale (solo nella misura del 30%) che verrà dato agli azionisti che ‘hanno subito un danno ingiusto, riconosciuto con sentenza del giudice o con pronuncia dell’Arbitro'”, spiega l’associazione.

L’impegno di questo nuovo esecutivo, scrive ancora l’associazione, “che tanto si proclama come governo del cambiamento sarebbe dovuto essere quello di mettere in discussione i decreti incostituzionali di risoluzione delle 4 banche e delle 2 venete emanati dal Pd alla Corte Costituzionale, costringere le banche che hanno acquistato ad 1 euro a metterci i soldi per rimborsare tutti, sarebbe dovuto essere quello di punire i responsabili compreso Banca Italia e Consob, invece alla fine, al netto della propaganda si seguono le orme del Pd. Non solo: lasciare ancora gente a zero di fronte ai tanti soldi stanziati e strombazzati a favore dei media è deleterio e sconfortante al pari dell’azzeramento stesso”.

Nella nota l’Associazione Vittime del Salvabcanche mostra “nel concreto” cosa è cambiato per le tre categorie di risparmiatori delle 4 banche e delle banche Venete:

Per gli obbligazionisti (con rapporto negoziale diretto) sia delle 4 banche che delle banche venete “praticamente non si è fatto nulla di nuovo, perché si applicano semplicemente gli strumenti che aveva messo in piedi il vecchio governo; quindi rimborso forfait o arbitrato da liquidare tramite il Fitd, ma sempre vincolati dai medesimi paletti (reddito Irpef e data di acquisto). Inoltre, nonostante le cose promesse in campagna elettorale, chi aveva ricevuto il suo 80% non potrà certo aspirare di recuperare il restante 20″.

Quanto a quelli con rapporto negoziale indiretto, scrive ancora l’assoicazione, “in generale potremo dire che gli obbligazionisti esclusi dai rimborsi dal precedente governo, rimangono esclusi anche dal nuovo: coloro infatti che avevano comprato da intermediario non sono stati presi in considerazione, quindi non avevano ottenuto niente prima, e neppure adesso. Ma occorre ribadire – continua la nota dell’associazione – che la discriminazione tra truffati in questa vicenda non ha senso in quanto, anche a seguito delle audizioni in Commissione d’Inchiesta, è apparso con evidenza a tutti che la truffa è stata di sistema e non allo sportello”.

Sul fronte degli azionisti, “i ristori sono parziali del 30% nella misura massima di 100mila euro, a cui poi andranno decurtati tutti i dividendi storicamente percepiti, e questo contribuirà ad abbassare sensibilmente il valore del rimborso, ma non solo: accettando queste cifre rinunceranno automaticamente a qualunque altra pretesa di rimborso di quanto perso in seguito ai crack. Quindi riassumendo: al di là delle rassicurazioni del governo viene confermato ‘l’onere della prova’, ovvero la necessità di disporre di una sentenza o una pronuncia favorevole riconosciuta ufficialmente per poter accedere al fondo di ristoro. Ma soprattutto cade il mantra delle ‘restituzioni totali’: il ristoro arriverà solo fino al 30% di quanto perso, e comunque fino a un massimale di 100mila euro”.


Opinioni dei lettori
  1. cbd oil for pain   On   18 Dicembre 2019 at 00:39

    Most of what you state happens to be astonishingly precise and it makes me wonder why I had not looked at this with this light before. Your article really did switch the light on for me as far as this particular subject goes. Nonetheless there is actually one issue I am not necessarily too cozy with and whilst I make an effort to reconcile that with the main theme of the position, permit me see just what the rest of your subscribers have to say.Well done. cbd oil benefits

  2. kratom capsules   On   6 Dicembre 2019 at 11:23

    Very nice post. I just stumbled upon your blog and wished to say that I have truly enjoyed browsing your blog posts. After all I will be subscribing to your feed and I hope you write again soon! kratom

  3. viagra homme   On   29 Novembre 2019 at 05:00

    Hey there are using WordPress for your site platform? I’m new to the blog world but I’m trying to get started and create my own. Do you need any html coding knowledge to make your own blog? Any help would be really appreciated! viagra masculin.

  4. zoloft 150 mg   On   21 Novembre 2019 at 16:49

    I have been browsing online more than 3 hours today, yet I never found any interesting article like yours. It is pretty worth enough for me. In my view, if all webmasters and bloggers made good content as you did, the net will be much more useful than ever before. zoloft drug.

  5. pharmacy online cheap   On   13 Novembre 2019 at 04:49

    My wife and i were now cheerful when Louis managed to round up his studies with the precious recommendations he made through your web site. It’s not at all simplistic to just always be giving away things which usually some others might have been making money from. And we also consider we need the writer to appreciate because of that. The main explanations you made, the straightforward blog navigation, the friendships your site make it easier to foster – it’s everything extraordinary, and it’s really aiding our son and our family reckon that that idea is cool, and that’s incredibly mandatory. Thank you for all the pieces! canada pharmacy online

  6. Stevappavy   On   23 Giugno 2019 at 03:37

    Fish Amoxicillin Safe For Humans Dose Amoxicillin For Cats [url=http://priliorder.com]priligy[/url] Opiniones Cialis Generico Amoxil Priligy Cruz Verde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background