I timori del Fondo monetario  

Scritto da il 7 novembre 2018

I timori del Fondo monetario

(Afp)

Pubblicato il: 08/11/2018 15:36

Allarme Italia. A lanciarlo il Fondo monetario internazionale che fa notare come il nostro Paese si mantenga in “una consistente incertezza” al punto tale che l’effetto “contagio potrebbe essere notevole” in Europa. Per ora, fanno notare dall’Fmi, l’Italia ha registrato un aumento dei rendimenti ai massimi degli ultimi quattro anni, ma “le ricadute sugli altri mercati sono state piuttosto contenute“.

Nella prima metà del 2018 in Europa la crescita è proseguita anche se a un ritmo più basso del previsto e il Pil dovrebbe rallentare la corsa dal +2,8% dello scorso anno al +2,3% nel 2018 e a +1,9% il prossimo anno. I rischi sono aumentati, spiega l’Fmi, con tensioni nel breve periodo legate all’aumento delle politiche protezionistiche. Nel medio termine, invece, a pesare sull’economia europea sono i pericoli legati ai ritardi sugli aggiustamenti di bilancio e sulle riforme strutturali. Ma anche, ammonisce il rapporto, c’è un rischio per la crescita, legato a una eventuale Brexit senza accordo fra Londra e Bruxelles.

Il Fondo rinnova, pertanto, l’invito ai Paesi con l’indebitamento maggiore a ridurre il livello. L’esigenza di ridurre l’indebitamento, conclude il Fondo, è particolarmente forte in alcuni con “vulnerabilità significative come l’Italia e la Turchia“.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background