Vertice a P.Chigi, è giallo  

Scritto da il 11 novembre 2018

Vertice a P.Chigi, è giallo

(Foto Fotogramma)

Pubblicato il: 12/11/2018 12:41

E’ cortocircuito sul vertice sulla manovra che avrebbe dovuto tenersi questa mattina a Palazzo Chigi. Da una parte fonti M5S che hanno sostenuto che la riunione con il premier Giuseppe Conte e i due vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini è slittato, aggiornato al rientro del presidente del Consiglio da Palermo. Dall’altra fonti Lega che fanno sapere che il vertice è in atto. Anche se Di Maio viene avvistato alla Camera, dove si concede alle domande dei cronisti.

“Incontro positivo con presidente Conte per fare il punto su manovra, in vista della lettera a Bruxelles”, ha detto Salvini al termine di un incontro con il premier. Ma subito dopo arriva il chiarimento del portavoce del presidente del Consiglio e capo ufficio stampa di Palazzo Chigi, Rocco Casalino: “Non c’è stato nessun vertice, non era previsto, c’è stato un fraintendimento. C’è stato solo un incontro informale e rapido tra Conte, Salvini e Giorgetti”. E a chi gli domandava se la riunione si terrà al rientro da Palermo: “No, stiamo partendo ora per Palermo. Non penso affatto a questo punto si terrà un vertice”. Secondo fonti M5S c’erano riunioni in corso a Palazzo Chigi, anche con il premier, ma “né sulla manovra né tantomeno sul dl fiscale”, veniva assicurato.

Noi crediamo nella crescita che abbiamo individuato, quindi la nostra manovra di bilancio resta fedele agli obiettivi che si è data. E’ chiaro che non possiamo rispondere degli obiettivi della manovra fatta l’anno scorso dagli altri. Se si parla dell’ultimo trimestre si parla ancora degli effetti della legge di bilancio precedente”, ha detto Di Maio in merito alle osservazioni dell’Istat rese in audizione alla Camera sulla legge di bilancio. “Stiamo cercando di invertire la rotta il prima possibile – ha aggiunto Di maio – Condivido pienamente quello che ha detto il ministro Tria, che l’unico modo per rispettare tutti i parametri europei è fare una manovra suicida che poi porta alla recessione”.

Secondo quanto riferiscono qualificate fonti di governo all’Adnkronos la lettera da inviare a Bruxelles è già pronta e verrà inviata domani, termine ultimo. Il governo, nella missiva, così come confermato da Di Maio, terrà il punto difendendo i contenuti della manovra e della propria politica economica.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background