Borse deboli dopo Brexit 

Scritto da il 14 novembre 2018

Borse deboli dopo Brexit

Fotogramma

Pubblicato il: 15/11/2018 10:34

Le Borse europee proseguono deboli all’indomani del via libera del governo britannico all’accordo con la Ue sulla Brexit, mentre restano sotto tensione i titoli di Stato italiani – lo spread sale a 313 punti base con un rendimento del decennale del 3,50% – dopo la richiesta di Austria e Olanda di avviare la procedura di infrazione nei confronti di Roma per disavanzo. Stabile il prezzo del petrolio, il rapporto euro-dollaro è a quota 1,131.

Dopo la chiusura debole di Tokyo (Nikkei -0,20%) e quella in rosso di Wall Street (Dow Jones -0,81%, Nasdaq -0,90%), a meno di un’ora dall’avvio Milano guadagna lo 0,14%. In progresso Londra +0,54%; deboli Parigi +0,04% e Francoforte +0,14%.

A Piazza Affari maglia rosa per Tenaris e Mediaset, entrambi i titoli sono in rialzo dello 0,61%, bene A2A +0,40%. Sulla parità Generali, Luxottica e Ferrari. Giù Prysmian che cede il 4,49%, in flessione anche Leonardo -1,57% e Stm -2,61%. Sull’All Share Carige sale del 5% e finisce in asta con un massimo di seduta a 0,0022 euro. Rientrato subito agli scambi, il titolo è invariato nel giorno in cui torna a riunirsi il cda.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Prossimo Articolo

Aumenta il debito  


Thumbnail

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background